McLaren MP4-12C, l’hypercar inglese da 625 cavalli [FOTO]

McLaren MP4-12C, l’hypercar inglese da 625 cavalli [FOTO]
da in Auto, Motori

    La McLaren MP4-12C è un’hypercar dalle caratteristiche tecniche sensazionali, prodotta per veri appassionati come compromesso tra il mondo della Formula1 e quello delle auto stradali di serie. Le tecnologie utilizzate per la sua realizzazione sono molto avanzate, maturate dalla Casa inglese durante tutti gli anni trascorsi nelle competizioni sportive. Recentemente è stata svelata anche la variante Spyder, che mantiene inalterate le doti sportive ma che regala in più l’emozione della guida a cielo aperto. Esternamente la linea ha una personalità piuttosto distinta, senza scopiazzare qui e là linee già viste sulle altre hypercar italiane e non. Anche i profani delle auto difficilmente restano indifferenti ad un’auto del genere, con il suo design dinamico e muscoloso che emoziona fin dal primo colpo d’occhio. Non ci sono scelte estreme, con spoiler vistosi o appendici aerodinamiche in bella mostra. Tutto è perfettamente equilibrato, tra prese d’aria, linee sinuose e componenti disegnati direttamente dagli studi aerodinamici.

    Il parabrezza è sconfinato e molto inclinato, con un’unica spazzola tergicristallo (tanto per confermare il forte legame con le auto da competizione). Lateralmente, nella zona posteriore, spiccano le prese d’aria che ricordano un po’ le branchie degli squali. E svolgono l’importante compito di far arrivare aria fresca al motore installato in posizione centrale arretrata. I cerchi in leda di serie sono da 19 e 20 pollici, rispettivamente all’asse anteriore e posteriore, con un design a razze sottili che lasciano intravedere il potente impianto frenante (i dischi carboceramici sono di serie). A proposito dell’estetica meritano poi di essere menzionate le portiere, che hanno un sistema di apertura verso l’alto e all’esterno che contribuisce non poco ad accrescere la personalità della McLaren MP4-12C.

    Motore e meccanica

    Uno dei pezzi forti della McLaren è il propulsore. Il suo nome in codice è M838T ed è un V8 costruito ‘in casa’ da 3,8 litri di cilindrata che ha un peso piuma di 199 kg. Per cercare di abbassare il più possibile il baricentro della vettura anche il motore è stato installato in posizione ribassata rispetto ad altre vetture analoghe.

    Per incrementare la potenza per ogni bancata è stato adottato un turbo e in questo modo, con l’ultimo aggiornamento di fine 2012, la potenza è stata portata a 625 cavalli. Le prestazioni sono all’altezza delle aspettative: lo scatto da 0 a 100km/h avviene in appena 3,3 secondi, mentre la velocità massima raggiungibile è di 330km/h.
    Oltre al propulsore, McLaren ha curato con particolare attenzione la progettazione del telaio e dell’assetto. Sono utilizzate sospensioni con ammortizzatori adattativi che uniscono confort di marcia ad una precisione di guida da vera sportiva. La regolazione della risposta degli ammortizzatore viene effettuata istantaneamente in base alle condizioni della strada, inoltre il pilota può scegliere tra le modalità Normale, Sportiva o Pista.
    L’impianto frenante è perfettamente in grado di tenere a bada la cavalleria del V8, ma in McLaren hanno deciso di introdurre anche un aerofreno per potenziare ulteriormente le capacità di arresto della vettura. Se attivato, infatti, con velocità superiori a 95km/h provvede ad aumentare il carico aerodinamico posteriore per far lavorare i freni tradizionali nel migliore dei modi.

    Interni

    Dulcis in fundo la McLaren MP4-12C ha degli interni spartani ma molto curati. La seduta è bassissima, a pochi centimetri da terra, con sedili dotati di tutte le varie regolazioni e rivestiti in pelle e alcantara. Sulla plancia, poi, sono presenti inserti in fibra di carbonio.

    596

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotori
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI