Mazda 6 2013 al Salone di Mosca [FOTO]

da , il

    La nuova Mazda 6 è stata presentata ufficialmente in occasione del Salone di Mosca 2012. Contestualmente sono arrivate nuove informazioni ed immagini ufficiali sulla versione berlina che ricalca le linee della concept Takeri dalla quale i designer non si sono discostati poi molto.

    Sono diversi i dettagli estetici che rendono la nuova Mazda 6 decisamente interessante e con un look coinvolgente. Ad esempio, la mascherina collocata nella parte frontale, ha un disegno sobrio e pulito che ben si accosta al resto della struttura.

    I gruppi ottici, basati su tecnologia a LED, vantano un design meno aggressivo rispetto al passato. A quanto pare, le linee guida del design Kodo ha apportato migliorie estetiche da non sottovalutare. Il posteriore della vettura, sebbene probabilmente non colpisca l’attenzione come il resto, è stato studiato per essere omogeneo e senza particolari fronzoli.

    Come noto, Mazda predilige l’utilizzo di telai realizzati in acciai altoresistenziali e ultraleggeri che consentono di risparmiare sul peso complessivo migliorando i consumi e le emissioni. Non solo. La stessa aerodinamica è studiata nel dettaglio per migliorare il coefficiente aerodinamico Cx. Inoltre è stata aumentata la rigidità torsionale di un buon 30%.

    Gli interni sono, per certi versi, i protagonisti di questa vettura. Il produttore, infatti, ha incrementato il passo di 10 centimetri e l’abitacolo ne ha approfittato per regalare spazio e confort per i passeggeri che possono beneficiare di circa 43 mm in più, grossomodo lo stesso di quanto la vettura guadagna in larghezza.

    Le informazioni tecniche in nostro possesso riguardano, per ora, i motori benzina per il mercato russo. Nello specifico, la Mazda 6 2013 è equipaggiata con un 2.0 e un 2.5, entrambi SkyActiv-G, da 150 e 192 CV. Il più potente è dotato del nuovo sistema i-ELOOP. Si tratta di un accumulatore aggiuntivo che si ricarica ad ogni rilascio del gas, e che ridistribuisce l’energia così accumulata solo dove e quando serve. Il mercato europeo prevede anche l’adozione del 2.2 turbodiesel della CX-5, con potenze da 150 e 175 CV.

    La tecnologia è un’altra protagonista di questo modello che vanta, per esempio, il controllo dell’angolo morto in fase di sorpasso (RVM) così come anche il Lane Departure Warning System e l’Hill Launch Assist per le partenze in salita.

    Inoltre, sono presenti i fari anteriori attivi con gli abbaglianti automatici e lo Smart City Brake Assist che si occupa di frenare automaticamente in caso di potenziale impatto segnalando l’evento con il lampeggio delle quattro frecce.