Speciale Natale

Le 10 auto americane più belle di sempre [FOTO e VIDEO]

Le 10 auto americane più belle di sempre [FOTO e VIDEO]
da in Motori
    Auto americane: Ford Mustang

    Le auto americane hanno indubbiamente un fascino che poche altre vetture riescono a trasmettere, nel particolare le americane si sono sempre distinte dalle nostre sportive europee per l’elevata quantità di cavalli che dispongono i loro motori di “grossa” cilindrata nonché per il design della carrozzeria muscoloso tanto da venir soprannominate “muscle car”; nella classifica di oggi parliamo delle 10 vetture “made in USA” più affascinanti e più famose che attualmente hanno elogiatori in tutto il mondo.

    Un vero e proprio “culto” nel campo dell’industria americana è la AC Cobra, meglio nota come Shelby Cobra, la roadster per eccellenza progettata da Carrol Shelby: si tratta di una vettura sviluppata all’inizio degli anni 60 con l’intendo di contrapporla alle Ferrari che da tempo dominavano le competizioni sportive: l’idea di Carrol Shelby era di creare una vettura leggerissima utilizzando le carrozzerie e i telai delle AC (marchio inglese) con i potenti motori Ford V8; nacque così la Cobra prodotta inizialmente con motori Ford da 4,2 e 4,7 litri e successivamente evoluta fino al mitico 7,0 litri V8 elaborato dalla Shelby utilizzato in numerose competizioni. Il motore 7,0 litri denominato 427 erogava 425 cavalli sul modello base e 485 cavalli sulla versione top di gamma e permetteva di raggiungere i 298 km/h. La carriera della Cobra termina nel 1967 ma successivamente sarà riproposta in versione replica e ancor più tardi in maniera ufficiale dalla stessa azienda AC in una versione aggiornata e ammodernizzata dal punto di vista telaistico ma non sul piano stilistico introducendo i nuovi motori modulari V8 Della General Motors che equipaggiano la Chevrolet Corvette. Gran parte degli esemplari costruiti adottavano il motore Ford V8 427 e per tanto la vettura è stata spesso soprannominata come Cobra 427 GT.

    La Ford Mustang è considerata la Pony-Car per eccellenza, nata nel 1964 e gradualmente evoluta ed aggiornata fino a raggiungere la sesta generazione da poco presentata e pronta ad essere venduta in tutta Europa (Italia compresa). La Mustang vene progettata in soli 18 mesi utilizzando componenti e parti meccaniche di altri modelli Ford all’epoca già in produzione, il telaio per esempio era lo stessa della berlina Ford Falcon. Oggi invece la Mustang è diventata il modello di punta della gamma Ford in termini di stile e potenza, possiede una piattaforma propria non condivisa con nessun modello e per la prima volta dispone di un quattro cilindri turbo da 2,3 litri Ecoboost con circa 310 cavalli studiato appositamente per il mercato europeo. Accanto al 2,3 litri ci sono i classici dell’industria americana: il 3,7 litri V6 aspirato da oltre 300 cavalli e il potente 5,0 litri aspirato da oltre 400 cavalli che sarà proposto a breve anche in versione Supercharged da oltre 500 e oltre cavalli.

    Principale concorrente della Mustang è la Chevrolet Camaro, altra Pony-Car per eccellenza che è stata introdotta nel 1967, oggi viene prodotta la quinta generazione. E’ stata importata anche in Italia nelle ultime due generazioni riscontrando un discreto successo. Prodotta oggi in due carrozzerie (coupè e cabrio) dispone del motore 3,6 litri aspirato a iniezione diretta che eroga da 312 a 323 cavalli a seconda della trasmissione manuale o automatica, e del potente 6,2 litri aspirato disponibile negli step da 400, 426 cavalli. Le versioni top di gamma sono la Z/28 equipaggiata con il motore 7,0 litri da 500 cavalli e la ZL1 con il 6,2 litri Supercharged da 580 cavalli. Ogni anno si vendono circa 80 mila Camaro.

    La Dodge Challenger è la terza concorrente della Mustang, nata nel 1969 e risorta dalla ceneri nel 2007, l’attuale Challenger è una coupè compatta molto spigolosa nel design disponibile con una gamma di motori molto ricca: inizialmente era disponibile col 3,5 litri V6 poi questo motore venne sostituito dal nuovo Pentastar 3,6 litri da oltre 300 cavalli. Le V8 montano il 5,7 litri Hemi da 340 e 360 cavalli con disattivazione di 4 cilindri su 8 su richiesta, le SRT (varianti top di gamma) dispongono del 6,1 litri aspirato sostituito dal 2011 dal nuovo 6,4 litri sempre della famiglia Hemi da oltre 470 cavalli. In futuro è prevista una versione Hellcat con motore 6,2 litri Supercharged V8 da oltre 550 cavalli. Di recente la Dodge ha introdotto un restyling estetico e nuovi interni, oltre ad un pacchetto (Scatt Pack) per potenziare il motore da 10 fino a 40 cavalli). E’ l’unica ad offrire un cambio automatico a 8 rapporti.

    Da non dimenticare la Viper, sempre di casa Dodge prodotta in tre differenti generazioni a partire dagli anni 90. L’idea della casa era di rievocare un mostro sacro come la Cobra dell’ingegner Shelby, e il nome Viper è stato scelto proprio per sottolineare la concorrenza con la storica vettura di origine Ford. La Viper si fece notare subito per il grosso motore da ben 8,0 litri capace di 400 cavalli con ambio manuale, in seguito il motore venne evoluto fino alla potenza massima di 456 cavalli. Due le carrozzerie: coupè o spider e numerose versioni da competizione prodotte. Oggi la Viper viene prodotta solo in versione coupè con motore 8,4 litri 10 cilindri da 640 cavalli. In Europa non viene importata.

    La Corvette è un’altra vettura di estrema importanza per la Chevrolet, nata nel 1952 ad oggi è una delle vetture sportive più vendute nel mondo nonché una delle poche ad aver mantenuto la continuità nel nome per oltre 60 anni senza mai interrompere la produzione. Sette sono le generazioni prodotte, l’ultima è stata presentata pochi mesì fa. E’ una delle poche vetture americane che per prestazioni è riuscita a batteri le numerose concorrenti europee nelle principali competizioni. Oggi dispone di un motore 6,2 litri in due step da 440 cavalli e 650 cavalli nella versione ZR1. Future evoluzioni sono attese. Da poco introdotta anche la versione convertibile.

    E’ forse la vettura più strana e originale mai prodotta: la Plymouth Prowler, venduta in seguito con marchio Chrysler è l’unica vettura omologata con ruote anteriore scoperte e frontale a V stile “becco”. Il design richiama le Hot-Rod americane, era una roadster due posti spinta dal motore 3,5 litri Chrysler da soli 217 cavalli (in seguito portati a 257 cavalli). La caratteristica di questa vettura era proprio lo stile così curioso e retrò. Ne vennero prodotte poco più di 11 mila esemplari tra il 1997 e il 2002. La velocità massima era autolimitata a 190 km/h.

    La Jeep Wrangler è un’icona nel fuoristrada, nata nel 1986 per sostituire la CJ (Civilian Jeep) a sua volta erede della mitica Willys usata nell’esercito americano, la Wrangler nel tempo si è evoluta ed oggi viene proposta anche in versione a passo lungo 4 porte mantenendo però inalterate le doti off-road del veicolo in grado di affrontare qualsiasi percorso. Anche in Italia gode di un buon successo, molto più vivibile rispetto il passato è diventata anche più confortevole. Oggi dispone di un 3,6 litri benzina da oltre 300 cavalli ma per noi europei si affida ad un classico motore diesel common rail prodotto in Italia: il 2,8 CRD della VM da 200 cavalli. Negli ultimi anni è scoppiata una vera e propria Wrangler Mania infatti sono oltre 200 mila gli esemplari venduti in tutto il mondo a regime.

    Sempre nel campo fuoristrada la Ford dispone dell’F-Series, un veicolo pick-up tutto fare adatto a tutti i terreni divenuto il veicolo più venduto nel mondo con quasi 40 milioni di esemplari prodotti. L’-F-Series non è un commerciale ma un vero e proprio offroader che piace molto agli americani, infatti non viene esportato fuori dai confini. È nato nel 1948 ed è stato prodotto in 13 generazioni. L’ultima serie possiede il telaio in alluminio e motori V6 e V8: 2,7 litri Ecoboost turbo, 3.5 aspirato, 3.5 turbo EcoBoost e il grande 5,0 litri V8 aspirato. Viene proposto anche in versione Super Duty per i carichi pesanti con motori da quasi 7,0 litri benzina e turbodiesel.

    Infine abbiamo la Ford GT40, questa vettura è stata progettata per competere contro le Ferrari a inizio anni 60, durante la famosa guerra tra la Ford e la stessa Ferrari. La GT40 era spinta da un motore 4,2 litri V8, lo stesso della Cobra, in seguito sostituiti dal 5,3 litri e dal grande 7,0 litri che sono stati adottati anche dalla Cobra dell’AC. Numerose vittorie ha conquistato nell’arco della sua carriera, pochi sono gli esemplari prodotti da 1962 al 1969 legati solo all’omologazione in pista.

    1406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Motori

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI