Jeep Renegade, il nuovo SUV compatto americano [FOTO]

Jeep Renegade, il nuovo SUV compatto americano [FOTO]
da in Auto, Jeep, Motori
Ultimo aggiornamento:
    Nuova Jeep Renegade 2014, svelata al salone di Ginevra

    La nuova Jeep Renegade presentata al Salone di Ginevra 2014 rappresenta una vera svolta per lo storico marchio statunitense. E lo è almeno per due motivi: per il segmento che va ad occupare, quello dei SUV/crossover compatti, e per rappresentare una perfetta sinergia aziendale tra Fiat e gruppo Chrysler. Nonostante le dimensioni ridotte sarà comunque una vera Jeep, anche se porta nel suo DNA parecchi geni italiani. Esteticamente la linea risulta particolarmente riuscita, con un frontale che riprende la classica calandra Jeep ad elementi verticali e i due grandi gruppi ottici principali di forma circolare. La fiancata è pulita e mette in risalto una superficie vetrata laterale di dimensioni importanti, fondamentale per dare grande luminosità agli interni.

    La coda ha un design moderno i cui elementi di spicco sono senza dubbio i fanali. Sono circondati da una cornice scura e al loro interno le luci sono disposte con un layout a X.
    Ma l’estetica è solo la punta dell’iceberg per la Jeep Renegade. La piattaforma utilizzata è la stessa della Fiat 500X, e infatti anche il piccolo SUV americano verrà costruito in Italia (nello stabilimento di Melfi). Questa è una bella novità per il marchio a stelle e strisce, che per mantenere un buon appeal nel mercato interno punta tutto su tecnologia e prestazioni. La Jeep Renegade sarà disponibile in oltre 100 paesi con quattro motori Multiair a benzina e due diesel Multijet II. Per alcuni mercati specifici ci sarà anche l’unità E.torQ a doppia alimentazione Flex-fuel.

    Il pezzo forte è senza alcun dubbio la trasmissione, o sarebbe forse meglio utilizzare il plurale. Già, perchè sulla Jeep Renegade potranno essere scelti due sistemi basati entrambi sul Jeep Active Drive. Si tratta di una trasmissione particolarmente avanzata che consente di selezionare le modalità di guida dall’abitacolo tra Auto, Snow, Sand e Mud. Per chi necessità di prestazioni fuoristradistiche superiori alla media c’è il Jeep Active Drive Low, con la possibilità di inserire delle marce ridotte con rapporto 20:1. Al top della gamma si va poi a posizionare la versione Trailhawk 4×4 che aggiunge il settaggio Rock per percorsi ancora più accidentati. La Trailhawk è il modello di punta per chi affronta spesso terreni difficili, con un assetto rialzato di 20mm, protezioni sui paraurti modificate per consentire un angolo di attacco a 30,5 gradi e un angolo di uscita a 34,3 gradi. E i risultati sono di alto livello, con la massima profondità di guado di 480 mm e la massa trainabile di 1.500 chilogrammi.
    Anche l’abitacolo si presenta moderno e curato, seguendo le orme di quanto visto sui restyling della Wrangler e sulla nuova generazione del Grand Cherokee. La disposizione degli strumenti e dei tasti è molto razionale, e la monotonia dei classici interni scuri è spezzata dalle varie cornici (di bocchette, maniglie, cambio) che possono essere argentate o rosse. Non mancheranno i sistemi Uconnect Access e Uconnect Radio per l’infotainment di bordo.

    496

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoJeepMotori Ultimo aggiornamento: Venerdì 07/03/2014 17:21
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI