Honda CR-Z: l’ibrida biposto dal carattere sportivo

Honda CR-Z: l’ibrida biposto dal carattere sportivo
da in Auto, Honda Auto, Motori
Ultimo aggiornamento:

    La Honda CR-Z è una vettura piuttosto singolare e difficile da classificare. Potremmo definirla a metà strada tra una sport car e una fun car, cioè un’auto da cui non esigere prestazioni esagerata ma che sia particolarmente divertente da guidare.

    Se l’obiettivo è il piacere e la sorpresa alla guida, la CR-Z centra sicuramente questo obiettivo. Sul mercato da appena un anno, la vettura è caratterizzata da una carrozzeria molto compatta e inclinazione del parabrezza rispetto al cofano pressoché inesistente, alla ricerca della minore resistenza aerodinamica; dalla coda tronca con lunotto a due dimensioni (quella inclinata e quella verticale) per una migliore visibilità posteriore; da una configurazione biposto che prevede anche una panchetta posteriore, ma utilizzabile al massimo per un seggiolino da bambino, in quanto non c’è spazio per le gambe di un adulto; dalla motorizzazione ibrida con un motore termico affiancato da un motore elettrico e dal sistema di recupero dell’energia in frenata. Lo stile è quello Honda declinato in linee sportive e tech, e si tratta di un’auto che non passa inosservata.

    DIMENSIONI
    La lunghezza della CR-Z è di 408 centimetri, forse un po’ troppo per una biposto, considerando che al di sotto dei 4 metri si beneficia di tariffe più basse per esempio sui traghetti. La larghezza è di 174 cm il che garantisce una buona abitabilità ai due unici passeggeri. La nota poco felice riguarda il bagagliaio di appena 214 litri, che salgono a 382 con l’abbattimento della panchetta, ma lo spazio di carico non è felice poiché è più lungo che alto a causa dell’alloggiamento delle batterie sotto il piano posteriore.

    MOTORIZZAZIONE
    La Honda CR-Z è disponibile con un’unica soluzione a doppio motore termico ed elettrico, anche se quest’ultimo non può essere impiegato da solo come succede invece in altre ibride. Il motore termico è un benzina 1.5 di cilindrata i-VTEC 16 valvole e con una potenza di 114 cavalli. Il motore elettrico invece ha una potenza di 14 cavalli.

    L’impiego combinato porta i cavalli disponibili a 124, quindi 4 in meno della semplice somma dei due.
    Più che la potenza complessiva è interessante la coppia disponibile fin dai bassi regimi, grazie al motore elettrico che eroga fin da subito tutta la coppia disponibile, col risultato che già a soli 1.000 giri si ha una coppia di 174 netwon/metro. Questo rende la CR-Z molto scattante e divertente sullo spunto fino a 50 km/h, anche se poi l’accelerazione da 0 a 100 km/h rientra appena sotto i 10 secondi e quindi paragonabile al un auto del segmento C o B ben motorizzata.

    Il cambio manuale a 6 marce è affiancato da un sistema di selezione della modalità di marcia a tre posizioni: Econ, Normal e Sport. Nella modalità Eco c’è un certo taglio prestazionale a favore dei consumi (e del minore inquinamento), mentre nell’opposta modalità sport si favoriscono ovviamente le prestazioni che sono al massimo.
    Come consumi migliori Honda dichiara 4,4 litri per percorrere 100 km/h in ambiente extraurbano e 5 litri nel ciclo combinato. Tuttavia, viaggiando in modalità sport e col piede pesante, i litri necessari per fare i cento chilometri possono diventare 7.

    INTERNI ED ASSETTO SPORTIVO
    L’anima sportiva della CR-Z viene fuori anzitutto negli interni dove segnaliamo i sedili molto avvolgenti piacevoli non solo alla vista ma anche nel contenimento delle accelerazioni laterali a cui sono sottoposti gli occupanti con uno stile di guida divertente. Mentre del cambio si apprezza molto la precisione e la rapidità nell’innesto dei rapporti, a livello di assetto l’aspirazione sportiva è appagata da un inserimento in curva senza tentennamenti e da una buona stabilità e compostezza generale dell’auto sia nel misto stretto che nei curvoni veloci più tipici dei percorsi autostradali.

    PREZZI
    I prezzi della Honda CR-Z variano solo in base alle dotazioni, e vanno dai 21.950 euro della versione d’ingresso ai 28.250 euro della versione GT PLus iPilot, dotata quindi di navigatore satellitare integrato.

    636

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoHonda AutoMotori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI