Speciale Natale

Caterham AeroSeven Concept, la barchetta del futuro [FOTO]

Caterham AeroSeven Concept, la barchetta del futuro [FOTO]
da in Auto, Motori

    Queste sono le immagini della Caterham AeroSeven Concept, un prototipo che nel weekend potrà essere ammirato in concomitanza del GP di F1 di Singapore. Il marchio inglese è famoso per le sue reinterpretazioni della storica Lotus Seven, ma questa volta cerca di stupire con una vettura tutta nuova. Complice anche la recente joint-venture con Renault, nei prossimi anni Caterham dovrebbe lanciare una serie di sportive inedite, e la AeroSeven Concept potrebbe dare qualche piccolo indizio sulla strada che verrà intrapresa. Guardandola si intravedono alcune somiglianze con la Seven classica. È come aver di fronte una Seven venuta dal futuro. Il colore scelto è il verde, anche se è un po’ più acceso e vivace di quello tradizionale di Caterham. Il frontale ha una grande presa d’aria centrale per far respirare in modo adeguato il motore, con la parte interna della griglia gialla.

    I fanali sono quasi inesistenti, sostituiti da due sottilissime strisce a LED poste ai due lati esterni. Ai lati della presa d’aria centrale il fascione del paraurti ha una forma complessa che integra le prese d’aria per i freni anteriori. Il cofano è lungo, con l’abitacolo posizionato quasi sull’asse posteriore. Spicca l’assenza totale del parabrezza, come su una barchetta da competizione. Anche la fiancata rappresenta un’evoluzione del design della Seven classica, resa ancora più evidente dall’alternarsi del verde e del nero.

    I cerchi in lega, con finitura nera, hanno l’anello esterno giallo che riprende la colorazione della calandra. E a proposito del nero: non è una verniciatura! Sulla Caterham AeroSeven Concept gran parte della scocca è realizzata in fibra di carbonio. E questo è evidente dalle inquadrature posteriori.
    Non sono stati rilasciati molti dettagli in merito alla meccanica. Sotto il lungo cofano trova posta il 2.0 litri Ford Duratec da 240 cavalli abbinato ad un cambio manuale a sei rapporti. La trazione è, ovviamente, solo e unicamente posteriore. In base alle dichiarazioni ufficiali, per il passaggio da 0 a 100km/h sono richiesti circa 4 secondi, mentre la velocità massima arriva intorno ai 240km/h. Tutto merito della leggerezza della vettura, come da tradizione del marchio inglese.
    Nell’abitacolo sembra di essere proprio su un’auto da corsa, con sedili sportivi e una strumentazione ridotta all’osso (ma con tutto il necessario). Il volante ha le funzioni Road, Flash-to-Pass e Pit Lane Speed Limiter, ma il settaggio di partenza è il più estremo Race.

    411

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoMotori

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI