BMW M3 e M4, i dati ufficiali delle versioni ad alte prestazioni [FOTO e VIDEO]

BMW M3 e M4, i dati ufficiali delle versioni ad alte prestazioni [FOTO e VIDEO]
da in Auto, Bmw, Motori

    L’attesa è finita, ed ecco che le BMW M3 e M4 (la nuova sigla per la variante coupé) si preparano al loro debutto ufficiale. Dopo le rispettive versioni “standard”, infatti, è ora il momento della nuova generazione dei modelli ad alte prestazioni, tradizionalmente di importanza cruciale per il marchio tedesco. Anche questa volta l’attenzione rivolta ad ogni singolo dettaglio, estetico e soprattutto meccanico, è stata maniacale, con il chiaro obiettivo di rinnovare i successi ottenuti dalle precedenti generazioni. Esteticamente il legame con le versioni “standard” è evidente, ma altrettanto evidenti sono le modifiche apportate all’aerodinamica. Il frontale si distingue per il paraurti con prese d’aria maggiorate e per l’air curtain, che migliora la gestione dei flussi d’aria.

    Sulle fiancate, subito dietro ai passaruota anteriori, ci sono gli air breather, anch’essi per migliorare la gestione dei flussi d’aria, e senza alcuna differenza tra M3 e M4. Il posteriore, invece, ha una caratterizzazione più evidente tra le due versioni: sulla coupé è infatti presente uno spoiler integrato nel cofano del baule. Restano invece confermati, come da tradizione, i quattro terminali di scarico. I cerchi sono da 18 pollici, con finitura brunita e pneumatici asimmetrici tra avantreno e retrotreno (rispettivamente 255/40 e 275/40), ma per i più esigenti sono previsti anche quelli da 19 pollici come optional.
    Come per ogni vera sportiva che si rispetti, uno degli elementi più interessanti è il propulsore. Sulle BMW M3 e M4 è installato un 3,0 litri TwinPower Turbo dalle caratteristiche tecniche di altissimo livello. Il regime massimo è fissato a 7.600 giri/minuto, con una potenza di ben 431 cavalli e una coppia massima di 550 Nm, disponibile tra i 1.800 e i 5.390 giri/minuto. Il tachimetro si ferma, per entrambe, a 250 km/h, ma se si sceglie il pacchetto M Driver’s Package è possibile spingersi fino a 280 km/h. Lo scatto da 0 a 100 km/h, invece, richiede appena 4,1 secondi con il cambio M DKG e l’ausilio del Launch Control.

    Anche i consumi, un aspetto di secondaria importanza su un’auto del genere, sono migliorati, con una riduzione del 25% rispetto alla generazione precedente con il V8. Si attestano intorno agli 8,3 litri / 100 km, mentre le emissioni di CO2 sono equivalenti a 194 g/km.
    Ma i cavalli non sono tutto, e a Monaco lo sanno bene. Ecco quindi che per M3 e M4 gli ingegneri hanno cercato di ridurre il più possibile il peso, che rispetto alla generazione precedente scende di circa 80 kg arrivando quindi ad una massa complessiva inferiore a 1.500 kg.Questo naturalmente è stato possibile grazie all’utilizzo di alluminio e fibra di carbonio, anche per l’albero di trasmissione e la barra duomi anteriore.
    Tra le varie novità tecnologiche introdotte con le nuove M3 e M4 troviamo anche il cambio doppia frizione a sette rapporti M DKG, che viene corredato da un pacchetto con Launch Control e Smokey Burnout. Ed è quest’ultimo ad essere un particolare quantomeno curioso. Si tratta di un dispositivo che consente di far slittare volontariamente le ruote posteriori.

    511

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AutoBmwMotori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI