Tatuaggi, gli evergreen per lui e per lei

Tatuaggi, gli evergreen per lui e per lei
da in Moda Uomo, Tatuaggi
Ultimo aggiornamento:

    Continuiamo con il nostro excursus sui must have uomo-donna e parliamo quindi di tatuaggi. Diventati negli ultimi anni una vera e propria moda, i tatuaggi erano in passato considerati dalla società come simbolo di appartenenza a classi sociali disagiate ed emarginate. Nell’ultimo decennio i tatuaggi sono diventati una delle espressioni artistiche più amate tra i giovani e meno giovani.

    I tatuaggi furono “importati” in Occidente intorno al XVIII secolo, dai marinai che acquisirono l’arte del tatuarsi sulla pelle in paesi del sud est asiatico e della Polinesia, dove la pratica era già molto diffusa. Di lì a poco tatuarsi divenne per chi viaggiava in mare una scaramanzia: un marinaio doveva tatuarsi prima di partire, nel porto di arrivo e al ritorno in patria. All’inizio questa ‘tradizione’ venne relegata ai margini della società, una sorta di “marchio a fuoco” identificativo di una tipologia di persona, col passare degli anni assunse un ruolo e un significato completamente diverso fino ad essere considerata nell’era contemporanea una sorta di status quo. Il tatuaggio è adesso infatti molto di più di un disegno sulla pelle è sinonimo di stile di vita, simbolo, appartenenza a una comunità.

    Uomini e donne ormai si tatuano alla stessa maniera ed esistono disegni unisex che sono pressoché amati allo stesso modo da lui e da lei. I più amati sono senza dubbio i tatuaggi di fiori. Il fiore è un simbolo molto forte che rappresenta la passione, l’amore, la virtù dell’anima. Uno dei disegni più ricorrenti è la rosa rossa sinonimo di amore eterno, che piace sia all’uomo che alla donna contemporanea. Un altro fiore molto amato in ambito tattoo è quello della pianta dell’hibiscus, disegnato con colori forti, che rappresenta fascino e bellezza. Altri disegni ricorrenti negli ultimi anni sono i tatuaggi giapponesi che hanno un duplice significato, decorativo e spirituale.

    Questi tatuaggi attirano ampie schiere di fan soprattutto in Europa. Capita molto spesso sulle nostre spiagge di incontrare ragazzi e ragazze con lettere giapponesi tatuate su collo, braccia o addome. I caratteri orientali sono molto affascinanti e conferisco un’aura di mistero a chi li “indossa”. Tra i tatuaggi giapponesi più amati da uomini e donne ci sono i fiori di ciliegio che rappresentano la fragilità e la decadenza della natura umana. Solitamente disegnati su spalla e schiena, questi fiori affascinano per i loro colori forti e per la loro vivacità. Sempre in prestito dall’Oriente arriva anche la carpa Koi, un ‘pesce’ che vuole sottolineare il coraggio e la caparbietà di chi lo ha su di sé. Nonostante sia un tatuaggio ‘importante’ sono tanti gli uomini e le donne che scelgono di abbellire il proprio corpo con questo animale leggendario che è destinato a trasformarsi in drago, secondo la tradizione nipponica.

    Altra corrente di tattoo in voga nell’ultimo periodo è quella denominata Old School, ovvero della ‘vecchia scuola’, i cosiddetti tatuaggi della tradizione. Tra i disegni principali ci sono l’ancora, la sirena, il cuore sacro e il bluebird, che simboleggia il grande viaggiatore. Uno dei principali tatuaggi appartenenti alla Old School è la pin up, una donna molto bella e sensuale che rappresenta la femminilità, la forza e l’essenza di uno spirito libero, colui o colei che si tatua, è di norma affascinato dai piaceri della vita di cui è una ‘vittima’ consenziente. Continua a seguirci e scopri le novità sugli oggetti cult di questa stagione estiva nel nostro Speciale Must Have.

    601

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Moda UomoTatuaggi Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 17:16
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI