Speciale Natale

L’abito da sposo: guida alla scelta

L’abito da sposo: guida alla scelta
da in Abbigliamento Uomo, Consigli Moda Uomo, Moda Uomo
Ultimo aggiornamento:

    Sposarsi è sempre un passo importante ma allo stesso tempo difficile nella vita di un uomo. Se siete tra le persone che hanno già deciso a dire il fatidico “si” ecco una guida alla scelta del vostro futuro abito. Stili ammessi, regole di abbinamento, abito, cravatta, scarpe e accessori: tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare!

    Chi crede che scegliere un abito da sposo sia una semplice formalità si sbaglia di grosso. Anche per l’uomo esistono delle regole importanti da rispettare: quindi uomini single o prossimi al matrimonio tenete le orecchie aperte se volete essere impeccabili nel giorno più importante della vostra vita.

    1- Stili ammessi e regole di abbinamento per l’abito

    Il completo innanzitutto dovrà essere scelto in base alla tipologia dell’abito della vostra sposa e secondariamente dal grado di formalità del matrimonio. Vediamole.

    Cerimonia importante
    Secondo il galateo, si va da un tight o frac per una cerimonia importante, all’abito classico, ma esistono delle regole da rispettare. Se lei indossa un abito lungo e la cerimonia è importante, è necessario indossare il tight di mattina o il frac di pomeriggio. Lo stesso tipo d’abbigliamento impegnerà anche i genitori degli sposi e i testimoni. In alternativa, un abito grigio classico monopetto, in tinta unita oppure gessato, a cui abbinare una camicia rigorosamente bianca, gilet e cravatta in tinta. A completare il tutto, calze lunghe nere e scarpe nere. L’abito blu, un tempo così in voga, oggi è decisamente demodé.

    Cerimonia formale
    Per una cerimonia formale il galateo suggerisce allo sposo, ai padri e ai testimoni di indossare il tight, costituito da giacca in fresco lana grigio antracite o nera a code larghe, fasciante sui fianchi e da portare rigorosamente allacciata, pantaloni a righe grigie e nere e infine gilet in doppio petto, in panno leggero grigio chiaro. E’ assolutamente vietata la fantasia. In alternativa, un abito meno impegnativo potrebbe essere un mezzo tight con uguale taglio ma a mezza coda. In questo caso non sono richiesti i guanti in camoscio grigio né il cappello a cilindro. Per una cerimonia meno formale è perfetto un abito classico ma con giacca rigorosamente monopetto, senza spacchi e con tasche a filetto, in tessuto pettinato ed un pantalone senza risvolto. Da evitare in assoluto lo smoking, adatto ad una serata di gala ma non ad una cerimonia.

    2- Grandi firme: Armani e Pignatelli

    Per quanto riguarda le grandi firme, Armani predilige per lo sposo con uno smoking monopetto due bottoni con rever in satin, pantaloni linea dritta, gilet quattro bottoni coordinato e fascia da smoking in seta dello stesso colore. Il colore preferito è il color blu navy, intonando la cravatta, le scarpe e i bottoni dello stesso colore.

    Pignatelli si distingue invece come sempre per la ricerca dell’eleganza e del connubio fra tradizione e modernità; nella sua collezione 2011 predominano i tori scuri, e la brillantezza dei tessuti, mentre torna un gessato, rivisitato in maniera elegante ed originale.

    Molto belli gli accessori firmati Carlo Pignatelli (che si possono vedere anche nella fotogallery):
    -Cintura realizzata nel pellame lito e fibbia in lega acciaio. Prezzo al pubblico € 185
    -Cravatte in seta nera con interventi gioiello applicati. Prezzo al pubblico: € 92/ € 88/ € 75
    -Gemelli logati a rilievo in acciaio con effetto satinato a contrasto lucido al logo. Prezzo al pubblico euro 49

    3- La cravatta

    Passiamo alla cravatta: la cravatta è preferibile grigia a plastron, fermata da un spillo con perla oppure nera legata a collo lungo per la cerimonia formale, mentre per quella informale puo’ essere a minuscola fantasia con pochette nel taschino della giacca in lino bianco. Non scegliere cravatte o gemelli troppo stravaganti.

    4- La camicia

    La camicia: quella più elegante è sicuramente a polsini doppi, chiusi da gemelli e il collo rigido a punte ripiegate; meno formale una camicia invece a colletto morbido. Ovviamente dipende da quello che state cercando.

    5- Scarpe e calze

    Calze, scarpe e gemelli non dipendono dal tipo di cerimonia. Le calze devon’essere assolutamente nere o antracite, in cotone o seta fino al ginocchio, con scarpe stringate in morbida pelle nera, preferibilmente di vitello nere e opache. Da evitare in assoluto calzini corti e chiari.

    6- Accessori

    Ruolo importante nel look del futuro marito è rappresentato dagli accessori. Bisogna prestare particolare attenzione alla scelta con lo scopo di valorizzare aspetto ed abito, in modo elegante e discreto. E’ quasi sempre consigliato indossare l’orologio, scegliendo tra i classici modelli da polso o optando per un elegante orologio – gioiello da taschino. L’orologio da polso dev’essere indossato sul polso sinistro ed è preferibile sceglierne uno che sia sobrio per ciò che riguarda forma e colore mentre quello da taschino potrà pendere dalla tasca del gilet del tight con la sua catena.

    Con questi consigli dovreste essere al sicuro da ogni possibile equivoco: di certo, così, il matrimonio non inizierà con la prima litigata per un come vi siete vestiti!

    833

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Abbigliamento UomoConsigli Moda UomoModa Uomo

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI