Quartieri a luci rosse: tour dei più famosi nel mondo

Quartieri a luci rosse: tour dei più famosi nel mondo
da in Relax, Vita notturna

    Si può anche non essere d’accordo con la prostituzione, tuttavia quest’ultima costituisce una notevole fonte di guadagno per molti paesi e per di più è un mercato antico quanto il mondo, che non ha mai conosciuto momenti di crisi! In molte metropoli ormai, sono nati dei veri e propri quartieri a luci rosse, una sorta di micro mondo erotico nascosto tra le pieghe della normale vita cittadina. Sicuramente il Red Light District di Amsterdam e il quartiere St Pauli di Amburgo sono noti a tutti, tuttavia ne esistono molti altri sparsi per il mondo. Partiamo dunque, con il nostro tour dei quartieri a luci rosse più famosi del pianeta.

    Sexy shop, spettacoli erotici, ballerine in intimo accattivante, prostitute, donne in vetrina, questi sono gli elementi che tingono di rosso certi quartieri di molte città nel mondo. E’ interessante visitarli almeno un volta nella vita, anche soltanto per conoscere l’altra faccia della medaglia, il lato oscuro e certamente alternativo che molti posti nascondono tra le maglie del loro tessuto territoriale.

    Da Pigalle a St Pauli, passando per le vie della trasgressione a Soho, ecco i quartieri a luci rosse più famosi del mondo.

    Red Light District, Amtsterdam

    Nel cuore della zona vecchia della città, nei pressi della chiesa di Oude Kerk, si trova il mondo a luci rosse di Amsterdam. Nelle vie che costeggiano i canali, si trovano le famose vetrine che vendono ragazze di ogni etnia e bellezza. Ma non ci sono solo i negozi in cui scegliere le prostitute, è anche stracolmo di sexy shop di ogni genere e per ogni esigenza, anche la più bizzarra. E poi ancora teatri erotici, peep show e persino il Museo della Prostituzione. Ovviamente non mancano i famosi coffee shop, in cui consumare liberamente e soprattutto legalmente un po’ di Marijuana o Hashish. Il distretto rosso è sempre super affollato di potenziali clienti, ma anche di turisti semplicemente curiosi. Un consiglio: non portate con voi la macchina fotografica, non è ammesso fotografare le vetrine e trasgredire questa ordinanza vi farà passare soltanto dei brutti guai!

    Pigalle, Parigi

    Ai piedi di Montmartre si impone alla vista, in tutta la sua esuberanza, il simbolo rosso di Pigalle: è il Moulin Rouge con le pale illuminate, il regno indiscusso del cancan, delle gambe con le giarrettiere che si alzano in aria al ritmo della musica. Uno spettacolo unico, inimitabile, conosciuto in tutto il mondo dal lontano 1889. Nei dintorni sono nati, nel tempo, locali più trendy come la Locomotive e La Cigale. Questa zona, fino a qualche anno fa, non vantava una buona fama, tuttavia recentemente è stata totalmente riqualificata, diventando a tutti gli effetti il quartiere turistico dei sexy shop, dei localini erotici e del Museo dell’Erotismo.

    St Pauli, Amburgo

    Attraversando la Reeperbahn, la via principale di St Pauli, avrete l’impressione di trovarvi nel Paese dei Balocchi per adulti in cerca di signorine con cui passare la notte. Le luci colorate delle vetrine, le insegne gigantesche dei locali e dei table dance, i numerosissimi sexy shop, il museo del sesso, raggiungono in questo luogo una così alta concentrazione da lasciare storditi. A tutto ciò aggiungete, locali normali, ristoranti, discoteche ed otterrete il Paradiso della Vita Notturna. ‘Chiedete e vi sarà dato’, a St Pauli c’è tutto e il contrario di tutto. Qui convivono pacificamente gusti sessuali, musicali e persino alimentari differenti, ma non solo, coesistono anche le più disparate etnie.

    E tutto questo avviene in un clima di assoluta tolleranza e rispetto.

    Zürafa Sokak, Istanbul

    Ci troviamo in uno dei quartieri più storici di Istanbul, all’estremo nord del Ponte di Galata. E’ Karakoy, dove l’odore di spezie si mescola al sapore amaro di una vita condotta sulla strada. Zürafa Sokak è una via del quartiere dove una ventina di case ospitano le prostitute regolari di Istanbul, ovvero quelle che lavorano nella piena legalità, pagando le tasse al governo turco, in base ai loro guadagni. Non è una via tranquillissima, per questo non è consigliabile visitarla di notte senza qualcuno che conosca la zona. Tuttavia di giorno ha tutti i tratti di un quadro surrealista, in cui la forza storica dell’ambientazione si fonde e scontra con la terribile modernità di quella vita da strada.

    Pattaya Beach, Thailandia

    Bangkok è conosciuta come la capitale asiatica del sesso e della trasgressione. Non molto lontano, a sud est della capitale, si trova Pattaya, la località turistica per eccellenza. Per raggiungere il suo quartiere a luci rosse bisogna spingersi verso l’estremità meridionale della città, a ridosso della spiaggia. A Pattaya Beach la trasgressione e la prostituzione superano in numeri e portata Bangkok. Pensate, la maggior parte degli hotel della zona prevedono una tassa da aggiungere al costo di ogni stanza che ospiti per la notte una ragazza thailandese! Ovviamente oltre alla prostituzione nuda e cruda da camera d’albergo, nelle vicinanze vi sono numerosi locali in cui la parola d’ordine è ‘trasgressione’. In Walking Street, Beach Road, Soi Diamond, il protagonista indiscusso è l’erotismo.

    Soho, Londra

    Infine è impossibile non citare Soho, il noto quartiere alternativo di Londra, dove i locali erotici, i sexy shop più incredibili del pianeta e la stravaganza dei suoi abitanti la fanno da padrone. Visitare Soho è d’obbligo anche solo per ampliare la propria conoscenza in fatto di mode alternative!

    975

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RelaxVita notturna
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI