I locali più strani di Torino per serate fuori dal comune

Dal locale in cui viene servito un cocktail allucinogeno a quello segreto in cui si entra solo se si sa la password, ecco una selezione dei locali più strani di Torino.

da , il

    Meglio un viaggio a Berlino senza spostarsi dal Piemonte oppure un locale che prepara un cocktail allucinogeno? Se state cercando i locali più strani di Torino per vivere serate atipiche, qui troverete ciò che fa per voi. Atmosfere che richiamano la Berlino della Guerra Fredda o un locale segreto in cui si entra solo se si conosce la parola d’ordine, Torino è una delle città migliori in cui vivere esperienze uniche.

    Il Tamango allucinogeno di Les Arcades

    Un posto anonimo e senza insegna che, però, è conosciuto in tutta la città: Les Arcades è il locale di Torino giusto per chi vuole assaggiare qualcosa di mai provato prima. Il famoso Tamango, preparato da Elena di Lorenzo, è un mix di radici, piante africane e infusi che provocano allucinazioni. Creato per “migliorare il morale durante i funerali e rallegrare i matrimoni” c’è chi, dopo averlo bevuto, ha rincorso un cane per un’ora o si è lanciato fuori da un’auto in movimento per cercare una fontana. Dunque, fate attenzione a non esagerare.

    La Rhumerie 18: rhum eccellenti da tutto il mondo

    Per gli appassionati di acquavite, un locale imperdibile: La Rhumerie 18 è un punto di riferimento a Torino perché solo qui potrete trovare un’eccellente selezione di rum provenienti da tutto il mondo. Dall’Australia alla Spagna, dalla Cina al Madagascar, sono più di 200 le etichette presenti, tutte a disposizione per essere assaggiate o da scegliere per farsi preparare un cocktail. Non solo rum, ma anche cibo: cinque menù continentali, tutti abbinati ad un rum diverso. E, per chi vuole acquistare una bottiglia, il locale si offre per custodirla nel tempo, così da gustarla in tutta tranquillità in un’elegante sala dedicata.

    DDR: un salto nella Berlino Est

    Il DDR ha interni fatiscenti, materassi accatastati, divani d’epoca, tubi e fili a vista, un bagno dalle mattonelle rosso fuoco e un buffet infinito per cenare, più che fare l’aperitivo. Si trova in zona San Salvario ed è uno tra i locali più strani di Torino, vicino a tanti altri, come l’Astoria, che vale la pena provare.

    The Mad Dog: entra solo chi sa la password

    Anche in questo caso non troverete insegna né indizi per capire dove si trova il locale e per entrare bisogna obbligatoriamente sapere la password, che è la risposta alla domanda scritta sul sito. Una volta dentro, vi troverete in un locale dagli arredamenti raffinati, in cui i barman preparano cocktail con ingredienti di alta qualità e in cui l’orologio è fermo alle 17.27 del 5 Dicembre 1923, ora e data in cui venne abolito in proibizionismo in America. Unico speakeasy della città, ricorda molto uno dei locali più particolari di Milano, il 1930, nascosto in un bar cinese.

    Smile Tree: originalità è la parola d’ordine

    Raffinatezza infinita e creazione di piccole opere d’arte, più che semplici cocktail. Stile Tree è il punto di riferimento a Torino per chi vuole scoprire ogni volta qualcosa di nuovo, con gli aperitivi artistici, i concerti live e barman esperti pronti a inventarsi il cocktail perfetto sul momento.