Come abbinare il cibo al vino nel modo giusto

Come abbinare il cibo al vino nel modo giusto
da in Food & Drinks, Relax

    Abbinamento vino cibo

    Impariamo insieme come abbinare il cibo al vino nel modo giusto, sia per deliziare il proprio palato che per fare un figurone con i vostri commensali. Il vino non manca quasi mai sulle tavole degli italiani, quindi conoscere il più appropriato abbinamento cibo-vino ci permette di vivere un’esperienza dei sensi unica che si completa con la degustazione del prezioso liquido alla corretta temperatura. Seguire i giusti accorgimenti nell’abbinare vino e cibo è quindi un obbligo per chi ama la qualità a tavola, anche se le scuole di pensiero e le regole su come scegliere il vino in abbinamento a una pietanza sono numerose e diverse tra loro. Per questo abbiamo raccolto nelle schede seguenti un piccolo vademecum con le regole generali sull’abbinamento, con una sezione finale dedicata agli abbinamenti degli alimenti con i vari tipi di vino. Buona lettura e… cin cin!

    Quale vino bere a tavola

    Partiamo dal principio che ogni portata dovrebbe essere accompagnata idealmente da un vino diverso, e quindi man mano che si susseguono i piatti dovrebbe essere servito anche un diverso vino, per armonizzare meglio i sapori. È importante anche seguire un ordine nella comparsa dei vini durante il pranzo: i vini bianchi si servono prima dei rossi, dal più fresco a quello a temperatura ambiente. Si inizia sempre con i vini più semplici, giovani e leggeri per finire con quelli più vecchi, robusti e prestigiosi.

    Abbinamento regionale

    Per esaltare profumi e sapori un piatto tipico e tradizionale regionale (o locale) va abbinato ad un vino della stessa zona.

    Presentazione della Guida essenziale ai Vini d'Italia 2015

    Le stagioni dettano le regole, in questo caso. In inverno si mangia generalmente cibo più complesso e i vini usati sono più corposi, mentre per la stagione calda vanno preferiti vini più leggeri e poco strutturati.

    Abbinamento in accordo

    Un piatto dal sapore delicato va accompagnato con un vino altrettanto delicato, giovane e leggero, mentre se il gusto della pietanza è forte e deciso va scelto un vino corposo e importante, ben invecchiato. Per i dessert viene quasi sempre seguita questa regola: dolce su dolce.

    Piatto unico

    I sapori in contrasto esaltano le caratteristiche del cibo e del vino scelto. Con un piatto ricco di grassi va degustato un vino rosso con un certo grado di acidità che contrasti la corposità del cibo, ripulendo la bocca.

    Vinitaly, il salone internazionale del vino

    C’è chi ricorre ad abbinamenti personalizzati di cibo e vino che sono dettati dall’abitudine e che non seguono regole speciali, ma solo il gusto personale.

    Risotto

    Dal bianco morbido al rosso frizzante, il riso può essere accompagnato da diversi tipi di vino, che cambiano in base all’alimento con cui viene servito. Al risotto di pesce si accompagna un bianco secco, mentre al riso e salsiccia un rosso giovane, magari frizzante.

    Pasta

    In abbinamento alla pasta si sceglie il vino in base al condimento: con il pesce si predilige un vino bianco morbido, secco o leggermente abboccato. Per la carne si opta per un rosso vivace.

    Uova fritte

    Per le pietanze con le uova si va dal bianco secco morbido e giovane fino ad un rosato corposo.

    Vino da Carne

    Che sia selvaggina, brasato o una bistecca fiorentina, per la carne occorrono vini di un certo spessore, rossi strutturati e di carattere come un Barolo o un Brunello.

    Cozze

    Il pesce va accompagnato a un vino bianco, dal secco di carattere per le grigliate o le fritture, all’aromatico per accompagnare ai frutti di mare.

    Formaggi

    Il vino da accompagnare ai formaggi varia in base alla stagionatura di questi ultimi. Con il formaggio più fresco si abbina un bianco morbido per passare al rosato fino a un rosso corposo e invecchiato per i formaggi duri stagionati.

    Pizza

    In genere gli italiani amano accompagnare la birra alla pizza, ma si può anche gustare un classico bianco secco, un rosato secco o un vino rosso leggero.

    Snack

    Per uno stuzzichino il vino ideale deve essere leggero come un bianco secco, un bianco morbido leggermente profumato o un rosato vivace.


    LEGGI ANCHE come capire se un vino è buono in poche mosse.

    1637