Within Temptation: grande ritorno con The Unforgiving (video)

Within Temptation: grande ritorno con The Unforgiving (video)
da in Musica, Spettacoli, Cantanti
Ultimo aggiornamento:

    I Within Temptation sono a mio modesto parere la vera grande sorpresa musicale del 2011. Giunti al loro quinto album in studio, con The Unforgiving hanno scritto quello che può essere considerato il loro capolavoro. Provenienti da un background metal con influssi gothic, negli anni hanno fatto evolvere il proprio suono, arrivando al rock pop dell’ultima fatica.

    Si tratta di una vera e propria consacrazione, attestata dai dati di vendita in tutto il mondo, e anche in Italia, dove la band capitanata dalla splendida Sharon Den Adel si ritrova in classifica in posizioni ben più alte di tanti blasonati colleghi. Segno che, pur avendo abbandonato del tutto il mondo della musica pesante, i loro fan hanno accettato l’evoluzione.

    The Unforgiving è una miscela perfetta di strutture rock, rimandi alla musica dark ed elettronica e aperture melodiche pop, riconoscibili soprattutto nelle linee vocali, che si stampano in testa al primo ascolto. Sopra ogni altra cosa, comunque, domina la voce di Sharon.

    Definire la voce di Sharon Den Adel come una delle più belle di sempre è davvero ovvio e forse anche riduttivo. Fin dai tempi in cui il suo stile era più canonico e inquadrato nel genere gothic metal (molto sinfonico, per capirci), Sharon è sempre stata apprezzata per la sua tecnica e il suo tono particolare.

    Oggi, al quinto album, possiamo dire che ha raggiunto la maturità definitiva.

    Se aggiungiamo poi che la ragazza è dotata di un sex appeal e di una classe comuni a poche donne della musica, possiamo capire come mai i Within Temptation siano diventati un gruppo mainstream in tutto e per tutto. I tempi di Mother Earth sono lontani, ma onestamente li preferiamo così, lontani dai cliché di genere.

    The Unforgiving è un disco che va ascoltato dall’inizio alla fine senza pause, perché è davvero perfetto così, con ogni pezzo incastrato alla perfezione nel puzzle. Puzzle che è sonoro e narrativo, visto che parliamo di un concept album che si allarga anche ad altri media, come il cinema (per l’occasione sono stati realizzati tre cortometraggi) e al fumetto (la storia viene ripresa in albi creati per il lancio del disco).

    Insomma, un’opera complessa eppure al tempo stesso molto lineare e di facile assimilazione. Lo dimostra il primo singolo Faster, che entra in testa e non esce più. La melodia vi ricorderà Wicked Game, ma come non amare questa canzone (e come non amare Sharon, d’altra parte)?. Album del 2011 finora, senza esitazioni, con buona pace di Lady Gaga.

    434

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MusicaSpettacoliCantanti Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/07/2015 19:02
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI