Venezia 2011: Killer Joe di William Friedkin

Venezia 2011: Killer Joe di William Friedkin
da in Cinema, Spettacoli

    La 68esima Mostra del Cinema di Venezia ha vissuto uno dei momenti più intensi al termine della proiezione di Killer Joe, ultima fatica per il cinema di un grande maestro dell’arte, quel William Friedkin che per ancora oggi popola i nostri incubi con il capolavoro horror L’Esorcista. Alla fine del film si è avuta una vera standing ovation, con tanto di lungo applauso e cori da stadio.

    La figura di Friedkin riesce sempre a incutere un certo timore reverenziale, non fosse altro che per aver prodotto due dei film più oscuri degli anni ’70, nel pieno di quella che è stata ribattezzata New Hollywood, movimento che ha riscritto le regole dei generi più famosi, come il thriller e il poliziesco. Accanto all’Esorcista svetta infatti Il braccio violento della legge del 1971.

    Film strepitoso, capolavoro noir che gli fruttò anche un premio Oscar, oltre alla consacrazione sua e dell’attore protagonista Gene Hackman. Killer Joe viene dopo un periodo di film minori ma non meno validi. La paura era che dopo The Hunted del 2003 la sua vena si fosse affievolita.

    Forse anche per questo si sono registrati applausi a scena aperta, perché gli spettatori hanno potuto constatare come William Friedkin riesce ancora a mettere a segno dei colpi spettacolari. Killer Joe vuole essere una sorta di lezione di cinema noir stravagante e sopra le righe, in grado di tenere dietro anche gente come Quentin Tarantino che di questo tipo di film ha fatto un’arte.

    Killer Joe parte dalla storia di Chris, un giovane spacciatore di droga, che deve trovare al più presto la somma di denaro di 6.000 dollari per saldare un debito. Decide quindi di uccidere la madre e incassare l’assicurazione sulla vita della donna, che ammonta a 50.000 dollari. D’accordo con tutta la famiglia, Chris ingaggia il poliziotto Joe Cooper, detto Killer Joe, che si guadagna da vivere lavorando come sicario.

    Il sicario chiede sempre un pagamento anticipato, che Chris e la sua famiglia non possono pagare, e quindi devono scendere a patti: Killer Joe terrà in custodia Dottie, la sorella dodicenne, come caparra sessuale finchè non riuscirà a pagare la cifra pattuita. Come nella migliore tradizione dei fratelli Coen, le cose sfuggiranno di mano, dando il via ad una grottesca spirale di violenza.

    Il cast di Killer Joe, che dopo Venezia verrà presentato alla 36esima edizione del Toronto International Film Festival, è composto da nomi noti come Matthew McConaughey, Emile Hirsch, Thomas Haden Church, Gina Gershon e Juno Temple. Ancora non c’è una data per l’uscita nelle sale italiane, ma speriamo che arrivi al più presto, perché William Friedkin ha dimostrato di essere ancora uno dei migliori nel suo genere.

    481

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CinemaSpettacoli
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI