Speciale Natale

Twin Peaks: tutti i segreti del suo successo

Twin Peaks: tutti i segreti del suo successo
da in Spettacoli, Serie Tv
Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/07/2015 16:16

    twin-peaks

    Attenzione! Ormai è una notizia certa: Twin Peaks sta per tornare con una nuova stagione diretta dal geniale David Lynch, per l’emittente televisiva Showtime. Finalmente, dopo un iniziale periodo di liti e incomprensioni, le due parti sembrano aver trovato un accordo. E i fan sono già in delirio. Come aveva preannunciato la stessa Laura Palmer: ‘Ci vedremo tra 25 anni’, nel 2016 andrà in onda la tanto attesa terza stagione. Ma la domanda sorge spontanea: qual è il segreto del successo di Twin Peaks? Ecco tutta la verità.

    Laura Palmer

    IL TELEFILM NUOVO CHE STRAVOLGE LE REGOLE Provate a fare un salto indietro nel tempo, all’inizio degli anni ’90: sul piccolo schermo passavano telefim del tipo Willy il Principe di Bel Air, Beverly Hills 90210, Melrose Place o quella tristezza infinita di Dawson Creek. E poi ad un certo punto è arrivato Twin Peaks, che con le sue atmosfere oscure, gli enigmi irrisolti, i personaggi ambigui e quel pizzico di ironia quasi incomprensibile, coglie di sorpresa lo spettatore stravolgendo il suo immaginario e mettendo sottosopra i canoni classici del genere telefilm, sino ad allora conosciuti.

    Chi ha ucciso Laura Palmer

    CHI HA UCCISO LAURA PALMER? La frase ‘Chi ha ucciso Laura Palmer?’ diviene subito l’elemento dominante dei dialoghi dentro e fuori dalla televisione, si trasforma anche in una vera propria ossessione che attanaglia non solo i protagonisti della serie televisiva, ma anche le orde di nuovi appassionati che la seguono. Del resto l’omicidio di Laura Palmer è il motore immobile di tutto il telefim e il ritratto della giovane reginetta di bellezza diventa ben presto il simbolo di questo emblematico quesito irrisolto.

    Il nano

    IL NANO MALEFICO E’ inopinabile che Twin Peaks abbia sfornato così tanti personaggi assurdi che ci si poteva riempire un’arena del circo degli orrori. Ma la mente visionaria del regista, David Lync non si è limitata a ideare identità spaventose, spesso infatti all’elemento horror univa un pizzico di ironia scabrosa. Il personaggio più incredibile è senza dubbio il nano, che parla al contrario e danza su melodie jazz tra le mura della Loggia Nera: interpretato da Michael J. Anderson, è una figura ambigua, probabilmente di natura demoniaca, che collabora con il detective Cooper nella ricerca dell’assassino di Laura Palmer.

    La Signora Ceppo

    LA SIGNORA DEL CEPPO Un altro personaggio inquietante e decisamente strano è la Signora del Ceppo. Interpretato dall’attrice Catherine E. Coulson ha il vizio di portare sempre con sé un ceppo di legno, una sorta di oggetto divinatorio, che le rivela alcuni segreti importanti degli abitanti della città.

    Twin Peaks - Fire Walk With Me

    LA LOGGIA NERA Lynch non si limita a generare personaggi folli, ha dato sfoggio della sua creatività anche nell’elaborazione della celebre Loggia Nera, un luogo surreale, ai limiti tra la realtà e una terza dimensione, in cui gli spiriti si riuniscono nella Red Room: una stanza fortemente inquietante oscurata da tendoni rosso scarlatto, con un pavimento in bianco e nero, a fantasia geometrica capace di far girar la testa.

    Bob

    BOB, IL PERSONAGGIO DIABOLICO Bob è il vero personaggio demoniaco di Twin Peaks: non un cattivo qualunque, un vero mostro, il cui sguardo è capace di penetrare nella mente dello spettatore, ossessionandolo di continuo. Di certo, per l’epoca in cui è nato, ma anche ora, a distanza di 25 anni, possiamo affermare che un personaggio così infernale non è mai stato creato. Il suo ghigno riecheggia ancora nella testa di chi lo ha conosciuto….

    DALE COOPER

    DALE COOPER E LA CURA MANIACALE DEI DETTAGLI Il detective Dale Cooper è il vero protagonista di Twin Peaks: è una sorta di Caronte moderno che traghetta le anime degli spettatori oltre il confine dell’ovvio, alla ricerca della verità, tra oscuri segreti, ambientazioni inquietanti e personaggi folli. Con il suo abito elegante, la pettinatura composta e il suo piglio sempre cordiale sembra una persona di cui ci si può fidare…eppure anche lui nasconde qualcosa: i suoi dialoghi con gli spiriti demoniaci.

    David Lynch

    DAVID LYNCH – IL REGISTA David Lynch è il deus ex machina di Twin Peaks, un genio visionario che ha regalato al mondo del piccolo schermo un telefilm destinato, sin da subito, a diventare un cult. Un miscuglio diabolico dei peggiori incubi di ognuno di noi e di quelle allucinazioni che mai avremmo voluto immaginare. Siamo certi che con la nuova serie saprà raggiungere ambiti dell’oscurità ancora inesplorati. Abbiate fede.

    colonna sonora

    LA COLONNA SONORA Infine non potevamo dimenticarci della sigla e delle musiche di Angelo Badalamenti: anche chi al tempo non guardava il telefilm, ascoltava ripetutamente l’angosciante sigla nel walkman, quasi ne fosse dipendente. Anche in questo elemento, se vogliamo secondario, Twin Peaks segna la differenza col passato e gli altri telefilm del medesimo periodo: sino ad allora non si era mai sentito niente di così dannatamente magnetico, in perfetta armonia con le vicende narrate e le ambientazioni oscure che facevano da cornice.

    1085

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI