The Roots, Tip the scale: video ufficiale del singolo

da , il

    Immergiamoci nel mondo magmatico della musica hip hop con la band The Roots, che in questi ultimi anni ha fatto molto parlare di sé, e che si appresta a ritornare sulle scene con il nuovo album Undun, in uscita il 6 dicembre 2011. La nuova release è anticipata dal singolo Tip the scale, con tanto di video ufficiale.

    Nonostante siano sulle scene fin dal lontano 1987 (il loro primo album però è del 2003), gran parte della fama internazionale dei The Roots è dovuta alla fortunata collaborazione con il cantante R&B John Legend, sodalizio che ha portato alla pubblicazione nel 2010 dell’album Wake Up!. Neanche a dirlo, la collaborazione ha fatto incetta di Grammy e premi vari, raggiungendo ottime posizioni nelle classifiche di vendita.

    Sdoganata dal mondo del rap e hip hop, la band si prepara quindi al grande ritorno sulle scene in solitaria, con un album che si preannuncia molto intenso, fin dalle tematiche, di cui iniziano a trapelare le prime informazioni. Dovrebbe trattarsi di un vero concept sulla vita di tale Redford Stephens (1974-1999), vissuta attraverso i suoi monologhi.

    Per accompagnare la musica, i The Roots hanno pensato di girare una serie di video da pubblicare su Internet prima dell’uscita di Undun, uno ogni martedì fino al 6 dicembre. Una scelta interessante, che dovrebbe aiutare gli ascoltatori ad immedesimarsi nella storia, facilitando al tempo stesso l’accoglienza del disco.

    Tip the scale è il secondo singolo ad essere reso pubblico, e fa seguito al primo Make My. L’inizio del video presenta una sorta di premessa in parole, per spiegare la storia del concept e far comprendere la portata generale delle liriche. Prima di lasciarvi al video, quindi, vi riportiamo le parole dei The Roots su Undun e il suo protagonista.

    “Undun è la storia di un ragazzo che diventa criminale ma non è nato criminale. Non si tratta di un nuovo trafficante d’armi esotico come il Bishop raccontato da Tupac in Juice… è invece un tipo riflessivo che non è né una vittima né un eroe. Solo un ragazzo che cerca di dare un ordine al suo mondo in un modo che per lui abbia senso in quel determinato momento. Non è in fondo quello che cerchiamo di fare tutti?”