The Housemaid: trailer del thriller coreano

da , il

    Il cinema asiatico ha sempre posseduto un fascino tutto particolare per il pubblico occidentale. Da una parte ci sono tutti quei film, come quelli appartenenti al filone degli horror che, da The Ring a Dark Water, sono stati successivamente ripresi da Hollywood, dall’altra i film originali che conquistano critici e festival.

    Uno dei più acclamati è senza dubbio il giapponese Takeshi Kitano, ma anche dalla Corea del Sud arrivano spesso autori in grado incantare. Im Sang-soo, regista autore di The Housemaid, ha tutte le carte in regola per piacere dalle nostre parti, perché nel suo film si ammicca spesso al thriller nostrano. Nella forma, più che nella sostanza.

    Il film è infatti il remake di un precedente film coreano, un film leggendario da quelle parti, per dirla con le parole del regista. Ecco perché The Housemaid rappresenta una duplice sfida: rileggere un classico e al tempo stesso aprirsi verso nuovi mercati. Grazie alla splendida attrice Jeon Do-yeon, però, la strada sembra in discesa.

    Per chi non sapesse di chi stiamo parlando quando citiamo Jeon Do-yeon, vi basti sapere che si tratta, oltre che di una donna dal fascino unico (e per questo le dedichiamo anche una fotogallery), della prima attrice coreana a vincere la Palma d’Oro al Festival del Cinema di Cannes, nel 2007 per il film Secret Sunshine. Insomma, una carta vincente per autori e produttori.

    Ma di cosa parla The Housemaid? Diciamo subito che si tratta di un film che si pone in bilico tra thriller (giocato molto sugli interni più che sugli spazi aperti) e black comedy, che cita Alfred Hitchcock e che vive tra lo sfarzo pacchiano del set e le situazioni molto ambigue e intriganti. Al centro della vicenda troviamo Euny, che viene ingaggiata come governante e bambinaia nella casa di una ricchissima famiglia, dove la giovane e bella moglie di un uomo d’affari aspetta il frutto della seconda gravidanza, due gemelli.

    Bambina a sua volta, per lo spirito ingenuo e generoso che la contraddistingue, Euny conquista tutti, dalla piccola Nami, la primogenita, alla collega anziana che ha speso la sua vita a servizio nella villa, al padrone di casa, che presto passa a chiederle ben più di quello che è stata chiamata a fare. Quando la ragazza si ritrova incinta, la padroncina e sua madre non esitano a pianificare il peggio, in nome dei privilegi da conservare, costi quel che costi.

    The Housemaid, in uscita nelle nostre sale il 13 maggio 2011, è un film sicuramente da vedere, sia per quanti amano (come il sottoscritto) il cinema asiatico, sia per quanti vogliono semplicemente godersi un thriller ben fatto che tiene attaccati alla poltrona pur senza effetti speciali fracassoni e trovate assurde. Poi, se non bastasse, c’è come detto la splendida Jeon Do-yeon.