Teleratti 2013: Barbara D’Urso si conferma regina della Tv trash

Teleratti 2013: Barbara D’Urso si conferma regina della Tv trash
da in Spettacoli, Televisione
Ultimo aggiornamento:
    Teleratti 2013: Barbara D’Urso si conferma regina della Tv trash

    Quando si pensa al peggio della televisione italiana, Barbara D’Urso è uno dei primi nomi che vengono in mente. Non sorprende, quindi, che la conduttrice Mediaset sia stata la grande protagonista dei Teleratti 2013, premio istituito proprio come riconoscimento alla peggiore Tv dell’anno. Per la D’Urso si tratta di una conferma al vertice, visto che anche negli anni scorsi il suo nome faceva capolino con insistenza, ma nel 2013 abbiamo assistito a un boom vero e proprio con ben tre statuette. Alle sue spalle grande ritorno di Simona Ventura ed exploit di Manuela Arcuri, fonte di risate per la sue ennesima e disastrosa prova da attrice.

    I Teleratti, istituiti dal sito Davide Maggio, sono ormai un punto di riferimento non solo per chi vuole farsi quattro risate alla faccia della televisione trash, ma anche per i produttori e i responsabili di rete. Che forse ci penseranno due volte prima di affidare a Manuela Arcuri un’altra parte come quella di Pupetta, per la quale ha vinto due statuette come Peggior attore di Fiction e Peggior fiction dell’anno.

    E altrettanto faranno i vertici Sky prima di riportare Simona Ventura dietro i fornelli, visto il flop di Cooking Simo eletto Peggior programma culinario (Simo nazionale fa il bis con Cielo che gol, Peggior programma su satellite). Accogliamo con dispiacere l’assenza di Belen Rodriguez, che non riempie il vuoto trash come nel 2012, quando aveva dominato con la sua farfalla sanremese.

    Senza se senza ma è Barbara D’Urso la regina della televisione peggiore d’Italia. Dopo i successi degli anni scorsi, anche nel 2013 porta a casa tre Teleratti: per i ’5 minuti da dimenticare’, ovvero la sua intervista di grande inchiesta e professionalità con Silvio Berlusconi; per il Peggior personaggio dell’anno e per il peggior programma della stagione, ovvero l’immarcescibile Pomeriggio 5. Incredibile ma vero si salva la Rai che, nonostante le molte nomination, non porta a casa neanche una statuetta. Segno di qualità? Proprio no, piuttosto segno che c’è chi sta molto peggio di mamma Rai. Chiudono un’edizione tutta al femminile i premi collaterali, che hanno visto premiati Emma Marrone (la Scostumata dell’Anno), Cristina Parodi (il Trombato dell’anno), Flavia Vento (Peggior Vip sui social network) e Moreno Donadoni (unico uomo, il Miracolato dell’anno).

    398

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN SpettacoliTelevisione Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25/09/2013 13:55
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI