Speciale Natale

Serie tv anni 90: 11 titoli indimenticabili da rivedere

Serie tv anni 90: 11 titoli indimenticabili da rivedere
da in Acquista ora, Consigli Intrattenimento, Spettacoli, Televisione
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 07/09/2016 16:20

    Serie tv anni 90, 11 titoli indimenticabili da rivedere

    Le serie tv anni 90 hanno segnato il nostro immaginario in maniera indelebile, quindi non potevamo che segnalarvi 11 titoli indimenticabili da rivedere, di generi diversissimi e tutt’oggi fondamentali per le moderne sceneggiature che tanto ci appassionano. Abbiamo volutamente scelto delle serie tv anni 90che hanno saputo creare personaggi indimenticabili (impossibile resistere al Will Smith di Willy Il Principe di Bel Air, con un doppiaggio sui generis e una sigla mandata a memoria da subito) e sinergie speciali tra i protagonisti (formidabili i duetti tra Francesca e il maggiordomo Niles ne La Tata). Se pensate che manchino dei titoli è perché il rigore filologico ci ha spinti a selezionare serie tv nate nei primi anni 90, seppure alcune si siano snodate per molte stagioni lungo gli anni Duemila (tipo E.R., terminata ufficialmente dopo quindici anni), il che ci ha costretti ad eliminare titoli usciti nell’ultima parte del decennio e sviluppatisi maggiormente in quello successivo. Curiosi di scoprire gli 11 titoli indimenticabili da rivedere delle serie tv anni 90 secondo QNM?

    ER Medici in prima linea

    Una delle serie tv più longeve di tutti i tempi, ben quindici stagioni ricchissime di personaggi e protagonisti indimenticabili: E.R. – Medici in prima linea è indubbiamente uno degli 11 titoli indimenticabili delle serie tv anni 90. Storie corali ambientate in ospedale, dove i protagonisti mescolano vita privata e lavoro, appaiono casi di studio che diventano questioni etiche, e soprattutto ci sono personaggi in grado di appassionare il pubblico come pochi altri, vedi la triade del dottor Ross (George Clooney), dottor Green (Anthony Edwards) e dottor Carter (Noah Wyle) che si sono passati il testimone lungo le numerosissime puntate del serial. Da rivedere per capire da dove nascano tutti i medical drama contemporanei. Acquista qui le stagioni,

    Willy Il principe di Bel Air

    Un esuberante e coloratissimo Will Smith nei panni di Willy, il principe di Bel Air approda nella villa degli zii a Bel Air, ricchissima zona di Los Angeles, mandato dalla madre per sfuggire alla violenza dei ghetti di Philadelphia. Il contrasto tra l’esuberante rapper Willy e l’austerità degli zii e dei cugini è fonte inesauribile di risate. Da rivedere in versione originale e uncut per riassaporare tutti i doppi sensi legati a sesso e droghe che Willy rivolge al celeberrimo cugino Carlton, interpretato da Alfonso Ribeiro, e che nell’adattamento italiano sono andati perduti.

    La signora del West

    La Signora del West è un medico donna, si chiama Michaela Quinn (interpretata da Jane Seymour) e dovrà faticare non poco per farsi apprezzare dalla piccola comunità di Colorado Springs, restia ad accettare un dottore di sesso femminile. Ambientata nel 1867, con forti connotazioni e attente ricerche dal punto di vista storico per quanto riguarda il rapporto uomo-donna, le relazioni con gli indiani d’America sottomessi e ciò che può accadere in una piccola comunità, La Signora Del West è una serie ben scritta e costruita sotto tutti i punti di vista. Ha vinto diversi premi ma la cancellazione brusca al termine della sesta stagione, all’epoca, ha fatto insorgere i fan. Si trova facilmente anche in tv in replica, quindi non perdetevelo.

    Friends

    È considerata una delle serie tv più belle di sempre, non a torto, perché Friends ha saputo fondere squisiti personaggi con caratterizzazioni perfette, che hanno segnato la cultura pop e il costume degli anni Novanta. Tra battute, situazioni e puntate diventate di culto, Friends è stata anche una delle serie tv più costose mai realizzate, dove i protagonisti Jennifer Aniston, Courteney Cox, Lisa Kudrow, Matt LeBlanc, Matthew Perry e David Schwimmer sono stati pagati con cifre da capogiro per interpretare i loro amatissimi personaggi. Da rivedere? Assolutamente. Compra qui il cofanetto.

    La tata

    A distanza di anni, La Tata (The Nanny in originale) non ha perso un grammo del suo inesorabile fascino: non solo perché la protagonista Fran Drescher ha incarnato la babysitter che tutti vorremmo, ma soprattutto per la scrittura vivace e divertentissima dei dialoghi, ricchissimi di doppi sensi e allusioni pesanti oltre che di giochi di parole che nel doppiaggio italiano sono stati miseramente eliminati. La Tata è una di quelle serie tv anni 90 da rivedere assolutamente in lingua originale: l’irresistibile ciociara Francesca è in realtà di origine ebraica e viene da un ghetto di New York; zia Assunta è la mamma; zia Yetta è la nonna. Malgrado questi adattamenti forzati per renderla più comprensibile al pubblico italiano, La Tata è indimenticabile.

    Bayside school

    Una serie tv così naif e tenera da meritarsi di essere rivista: Bayside School (in originale ‘Saved by the bell‘) è ambientata lungo i quattro anni di liceo di sei protagonisti, e raccontata a volte in prima persona dal personaggio principale Zack Morris, interpretato dal biondo Mark-Paul Gosselaar, che è in grado di ‘fermare il tempo’ per approfondire alcuni punti oscuri delle storie raccontate. In Italia ebbe un discreto successo tra gli adolescenti, meno invece lo ebbe lo spin off sugli anni del college dei protagonisti. Se capita rivedetelo mangiando popcorn, perché vi sentirete di nuovo ragazzini all’ora della merenda.

    x files anni 90 telefilm

    La serie tv di X Files è stata un altro fenomeno televisivo degli anni 90. Fox Mulder e Dana Scully, interpretati da David Duchovny e Gillian Anderson, hanno incollato alla televisione schiere di appassionati ai casi irrisolti e inspiegabili (gli X files, appunto, classificati come tali perché di supposta natura soprannaturale). I contrasti e la tensione tra il taciturno Mulder, che crede nel paranormale, e la rigorosa Scully, di provata scienza, hanno fatto la forza di questa serie. Acquista qui i DVD.

    Twin peaks

    Twin Peaks è stata la prima serie tv in grado di diventare un fenomeno di costume, perché metteva insieme una serie di elementi irresistibili (David Lynch, Angelo Badalamenti, misteri, morti, personaggi surreali e quanto altro) in momento delicatissimo della storia statunitense. Scoprire chi ha ucciso Laura Palmer, figlia unica dell’avvocato Leland e una delle ragazze più popolari, è il compito dell’agente speciale dell’FBI Dale Cooper, che dovrà anche svelare i segreti che si celano dietro i gli abitanti assurdi della cittadina di Twin Peaks. Altri motivi per rivederlo? Acquista qui la prima stagione.

    Beverly Hills

    Beverly Hills 90210 è senza dubbio la serie tv che ha segnato in maniera indelebile la vita dei ragazzini e degli adolescenti degli anni 90, complice anche l’accuratissimo merchandising ad essa legato: le storie del nucleo centrale con i gemelli Brenda e Brendon, che approdano dal Minnesota alla soleggiata California scontrandosi con le differenze culturali del nutrito gruppo liceale (la timida e svampita Donna, il dj David, lo spaccone Steve, la studiosa Andrea, la bionda reginetta Kelly e su tutti il tenebroso affascinante Dylan), hanno decisamente fatto epoca, assieme a temi sociali, Aids, aborti, omosessualità e droghe lungo tutte le serie. Da rivedere rispolverando la sacra ingenuità dei primi tempi.

    Buffy L'ammazzavampiri

    Buffy L’Ammazzavampiri è stata una delle serie tv anni 90 più indimenticabili, capace di appassionare tantissimi adolescenti alle vicende che vedevano protagonista la determinata Buffy (interpretata da Sarah Michelle Gellar, che con questo ruolo ci si è ripagata la vita intera). Tra sangue e fenomeni inspiegabili, le vicende di Buffy e dei suoi amici, tra cui una delle migliori stronze da serie tv, la cheerleader Cordelia Chase, sono tutte da rivedere: di stagioni ce ne sono diverse, quindi divertitevi!

    baywatch

    Corpi statuari, costumi rossi, maggiorate bagnine e salvataggi al limite della resistenza umana: i Baywatch guidati da Mitch Buchannon (David Hasselhoff) hanno fatto epoca, instillando nei ragazzini e nelle ragazzine pericolosi complessi di inferiorità di fronte a tanta fisicità esibita. Ha contribuito a lanciare Pamela Anderson, che interpretava la prosperosa guardaspiaggia CJ. Nella serie si affrontano anche temi sociali e ambientalisti; da rivedere con affetto e tantissimo distacco, per il bene della vostra autostima fisica.

    2123

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI