Speciale Natale

Ritorno al futuro: 10 curiosità che non hai mai notato

Ritorno al futuro: 10 curiosità che non hai mai notato
da in Cinema, Spettacoli
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14/10/2015 11:45

    Ritorno al futuro

    Il 21 ottobre 2015 non poteva essere che il giorno perfetto da scegliere per il Ritorno al Futuro Day, lo straordinario raduno mondiale dei fan di Ritorno al Futuro, che si terrà anche nei cinema italiani con la proiezione della trilogia completa per un giorno soltanto. Ma perché proprio il 21? E’ chiaro, è proprio questa la data dell’arrivo nel futuro di uno de viaggi di Marty McFly (Michael J. Fox) e Doc Brown (Christopher Lloyd) a bordo della mitica Delorean. Per la celebrazione di un evento così importante siamo andati a caccia di curiosità su Ritorno al futuro, una delle trilogie più amate di sempre che è riuscita sul serio a predire il futuro meglio di Nostradamus! Ecco alcune curiosità su Ritorno al futuro da conoscere!

    Hendo Hoverboard, lo skate di 'Ritorno al Futuro'

    Lo skate volante su cui viaggiava Marty in Ritorno al futuro è realtà, grazie a un’azienda californiana che ha creato Hendo Hoverboard, che è una tavola in grado di ‘galleggiare’ nel vuoto sfruttano i campi elettromagnetici.

    Chicago Cubs vincono in Ritorno al futuro

    In Ritorno al futuro II (1989) c’è una previsione azzeccata sulla vita nel 2015. In una scena si vede la copia di un giornale dell’ottobre 2015 con i titoli della vittoria della squadra di baseball dei Chicago Cubs all’ultimo turno. Ed in effetti la squadra ha davvero vinto!

    Omaggio a Stanley Kubrick

    C’è un chiaro omaggio al regista Stanley Kubrick nel film Ritorno al futuro. Infatti nel garage di Doc, l’amplificatore acceso da marty ha un’etichetta che porta la sigla ”CRM114”, ovvero il nome dell’equipaggiamento radio presente in Il Dottor Stranamore (1964), uno dei film preferiti di Robert Zemeckis, ma anche in 2001: Odissea nello spazio (è il numero di serie del Jupiter Explorer).

    Marty e Doc alla Torre dell'orologio

    Nella famosa scena in cui incontra Marty alla Torre dell’orologio, Doc ha tra le mani un computer palmare che può essere tranquillamente scambiato per un iPad.

    Marty e Doc

    Per diminuire la differenza di statura tra Christopher Lloyd, alto 1,85 metri e Michael J. Fox, che misura 1,65 metri, è stato deciso di ”imporre” la gobba a Doc, ed è per questo che il personaggio del film ha questa postura.

    Orologi

    All’inizio del film si vede una carrellata sugli orologi nel laboratorio di Doc Brown. Se ne vede uno con un omino attaccato a una lancetta, un omaggio al noto film muto del 1923 Preferisco l’ascensore, di Harold Lloyd. Allo stesso tempo questa scena è un piccolo spoiler di una delle scene finali del film stesso, in cui Doc rimane appeso alle lancette della torre dell’orologio.

    Doc

    Doc Brown dà al suo cane nomi di grandi scienziati come Niccolò Copernico nel 1955, e Einstein nel 1985. Per la costruzione del suo personaggio, Christopher Lloyd ha affermato di essersi basato proprio su Albert Einstein, mentre per la gestualità ha imitato il direttore d’orchestra Leopold Stokowski.

    Rod Taylor

    La campana della torre dell’orologio del 1955 è identica alla campana del film L’uomo che visse nel futuro del 1960, con Rod Tayler basato sul romanzo La macchina del tempo di H. G. Wells.

    Huey Lewis

    Huey Lewis, già cantante della band Huey Lewis & The News, che ha scritto le canzoni della colonna sonora di Ritorno al Futuro ‘Back in Time’ e ‘The Power of Love’ appare nel film come giudice dell’audizione di Marty e il suo gruppo: è lui che al megafono, dice: ‘Mi dispiace ragazzi, siete troppo rumorosi‘.

    Marty gioca allo sparatutto

    Nel futuro, Marty McFly usa una specie di una pistola per giocare a un videogame sparatutto, quella che ora potrebbe essere una comune XBox Kinect.

    1067

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI