Speciale Natale

Rebecca Black: Friday, canzone più brutta di sempre

Rebecca Black: Friday, canzone più brutta di sempre
da in Musica, Spettacoli, Cantanti
Ultimo aggiornamento:
    Rebecca Black: Friday, canzone più brutta di sempre

    Una volta tanto ci possiamo concedere una distrazione dalle fatiche quotidiane, e quindi questa volta non parleremo di qualche artista famoso che ha inciso l’ennesimo grande brano, ma all’opposto di una nuova leva della musica che ha inciso quella che è stata definita la canzone più brutta di sempre.

    L’artista in questione si chiama Rebecca Black. Si tratta di una teenager americana che ha pensato bene di farsi conoscere attraverso il brano Friday, che racconta della spasmodica attesa del venerdì per iniziare un weekend all’insegna del divertimento.

    Anche cantanti più famosi hanno trattato lo stesso tema, ma Rebecca è riuscito a scrivere un testo talmente indecente da spingere persino Rolling Stone a occuparsi di lei, definendo le parole della canzone “straordinariamente stupide”. Fallimento totale? E invece no, perché Rebecca i soldi li sta facendo.

    Come accade spesso, quando una cosa è brutta e sfiora il trash, rischia di diventare un vero e proprio fenomeno di massa, grazie all’uso sapiente di YouTube e dei social media in generale. L’esempio più clamoroso è quello di Justin Bieber, ragazzino che ha saputo sbancare tutte le classifiche partendo proprio dal sito di video sharing.

    Rebecca Black però è un caso un po’ diverso, perché a spingerla c’è una strategia di marketing ben precisa. Lei non ha iniziato come Bieber mettendo per scherzo su YouTube cover di brani famosi nella speranza di essere notato, perché alle sue spalle ha la famigerata Ark Music Factory, azienda di Hollywood che si fa pagare profumatamente dai genitori per trasformare i loro figli in star.

    Friday di Rebecca Black rispetta in pieno il motto degli strateghi del marketing “cattiva pubblicità è pur sempre pubblicità”, e quindi in pochissimo tempo ha raggiunto nientemeno che 45 milioni di visite su Youtube (in continuo aumento), cui vanno aggiunti gli introiti per le vendite su iTunes, che ammonterebbero a 700.000 dollari. Se poi anche Lady Gaga la difende, definendola “geniale”, capirete che la strada è davvero segnata, con buona pace di chi apprezza la musica. Quella seria.

    354

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MusicaSpettacoliCantanti

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI