Qualunquemente, il film su Cetto La Qualunque (backstage e poster)

da , il

    In un periodo in cui il governo è in crisi, è tempo di riprendere con veemenza la campagna elettorale. Lo sa bene Cetto La Qualunque, geniale politicante ideato da Antonio Albanese, che sta per invadere le sale italane con Qualunquemente, il suo primo film all’insegna del “più pilu per tutti”. Ecco poster e backstage.

    E’ senza dubbio un’idea interessante quella di portare uno dei personaggi migliori di Albanese al cinema proprio in un momento in cui l’Italia sta vivendo forse la fine di un’era politica, proprio quell’era che Cetto La Qualunque riassume in sé come metafora perfetta. Ed è proprio il ritorno della legalità che spinge Cetto a tornare e candidarsi come sindaco del suo paesino.

    Un’ondata di legalità che Cetto ritiene inconcepibile, e contro cui tutti gli uomini di (male)affare devono unirsi. Il film, diretto da Giulio Manfredonia, arriverà nelle sale il 21 gennaio 2011. Nel cast, oltre ad Antonio Albanese, anche Sergio Rubini, Lorenza Indovina, Salvatore Cantalupo, Luigi Maria Burruano, Antonio Gerardi, Gianluca Cammisa.

    I primi poster, che stanno comparendo in una geniale mossa di marketing sui muri delle città come fossero veri manifesti elettorali, sono tutti da ridere, come sempre. Si va dal “prima voti, poi rifletti” al “basta con la giustizia”, per concludere con lo slogan che ha fatto storia: “un impegno concreto, più pilu per tutti!”.