NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Miley Cyrus sempre più provocante nel video di We Can’t Stop

Miley Cyrus sempre più provocante nel video di We Can’t Stop
da in Musica, Spettacoli, Miley Cyrus
Ultimo aggiornamento:

    Addio Hannah Montana, a mai più rivederci! Questo il messaggio che Miley Cyrus vuole mandare al mondo intero con il video di We Can’t Stop, primo singolo dal quarto album prossimo venturo della sua carriera musicale. Un messaggio che le immagini del videoclip mandano forte e chiaro, diretto soprattutto a tutti coloro che ancora identificano la 21enne cantante con la serie per ragazzini di Disney Channel. Miley Cyrus ha ormai abidcato al ruolo di teen idol per trasformarsi in un personaggio più maturo, che non ha paura di provocare con il corpo e con le parole. Un percorso già iniziato da qualche anno ma che troverà pieno compimento con il prossimo album, che non ha ancora un nome ma che dovrebbe uscire entro l’estate.

    Se nel 2008 con l’album Breakout Miley Cyrus era ancora legata all’immaginario adolescente con cui era cresciuta artisticamente, appena compiuti i 18 anni e quindi passata all’età adulta ha subito preso le distanze da quello scomodo curriculum tutto sorrisi e ingenuità. Nel 2010 pubblica infatti Can’t Be Tamed, un disco che è tutto un programma fin dal titolo, segno che la vena provocatoria di Miley non può essere domata né trattenuta da coloro che rimpiangono il passato. E’ in quel momento che iniziano ad arrivare i primi videoclip sensuali e le prime foto personali a tinte hot pubblicate sui social network. L’ex ragazzina prodigio ci tiene a mettere le cose in chiaro: nulla sarà come prima, né dal punto di vista dell’immagine né da quello musicale. Le canzoni, infatti, strizzano sempre più l’occhio ai ritmi da classifica, dall’hip hop alla dance.

    Sono passati 3 anni ma con We Can’t Stop il discorso non cambia di una virgola, segno che Miley Cyrus vuole proseguire con forza sulla strada intrapresa per diventare una sorta di emula di Rihanna, celebre non solo per la sua musica ma anche per la sua fama da cattiva ragazza. Il parallelo con l’artista delle Barbados, peraltro, non è campato in aria neanche se si ascolta la musica: quando We Can’t Stop ha fatto il suo debutto in radio, molti avranno pensato si trattasse proprio di un singolo di Rihanna. Stessi ritmi, stesse melodie vocali e stessi testi ‘estremi’ che parlano, tra le righe, di cannabis e stupefacenti. Ora che il video ufficiale è arrivato online, poi, l’impressione è confermata anche dalle sequenze in cui Miley gioca a fare la donna provocante tra tutine attillate e pose maliziose, lavandosi di dosso definitivamente il personaggio acqua e sapone amato dai bambini.

    Il potenziale sexy di Miley Cyrus è sotto gli occhi di tutti, confermato peraltro da un evento recente da non sottovalutare: la rivista Maxim l’ha letta donna più sensuale del 2013, preferendola a modelle e attrici e regalandole lo scettro che lo scorso anno fu della divina israeliana Bar Refaeli. Un caso? Non proprio, perché le qualità fisiche ci sono tutte. Certo, il titolo lascia qualche dubbio ma è indubbio che, in una ipotetica lista delle 100 donne più sexy del mondo, Miley Cyrus debba comunque essere presa in considerazione. Con buona pace di chi ancora canticchia le insulse melodie di Hannah Montana.

    541

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MusicaSpettacoliMiley Cyrus
    PIÙ POPOLARI