Luca e Paolo, Uomini Soli a Sanremo 2012: testo e video

Luca e Paolo, Uomini Soli a Sanremo 2012: testo e video
da in Musica, Spettacoli

    La prima serata del Festival di Sanremo 2012 è stata monopolizzata dalla presenza di Adriano Celentano. Dovessero però chiederci quale sia stato il momento migliore dello show non avremmo dubbi nell’indicare la canzone proposta da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu ad inizio trasmissione.

    Paolo e Luca tornano sul palco dell’Ariston dopo la fortunata esperienza dell’anno passato, quando al governo c’era ancora Silvio Berlusconi e quindi la loro satira aveva un bersaglio facile ed evidente. Oggi al governo c’è Mario Monti, che offre davvero pochi spunti ai comici, e quindi i due non potevano che lamentarsi di questa incresciosa situazione.

    Lo fanno nel migliore dei modi, proponendo una versione aggiornata e corretta della hit dei Pooh Uomini soli, riflessione amara su come siano cambiati i tempi e su come oggi la satira in Tv viva un momento di grande crisi per l’assenza di intercettazioni, scandali, escort e belle ragazze nei palazzi della politica. Insomma, per l’assenza di Berlusconi.

    Il testo della canzone merita davvero, per questo ve lo proponiamo in maniera integrale insieme al video della grande introduzione di Luca e Paolo a Sanremo 2012.

    Ci vedi in televisione
    con la faccia mogia mogia
    facciamo battute più tristi di un dossier sulla Cambogia
    sperduti senza più vittime vere
    vanno a puttane le nostre carriere
    ci manca tanto il cavaliere

    si strugge sul suo divano tutta sola la dandini
    ritorna in tv la guzzanti
    si ma hanno tolto minzolini

    Senza più la Carfagna al ministero
    adesso c’è sto legno la Fornero

    dimmi dove andrà la mia comicità
    se manca proprio lui
    che ha trombato più di noi
    con mario monti no
    non si posson fare lazzi
    ne chiambretti nè luttazzi
    per la satira son cazzi
    ma dimmi se si può fare i comici così
    con il pdl che sta inciuciato col pd

    non ci sono più i cattivi
    le battute su schettini
    hanno già rotti il belino

    i comini sono alla frutta
    senza scajola nè borghezio
    emrgency raccoglie i fondi
    per littizzetto e fazio
    non c’è uno straccio di intercezione
    le escort sono in cassa integrazione
    ho visto nanni moretti sulla vespa a ponte milvio

    e vauro per uscire un po’ dal coro
    ha fatto una vignetta su santoro
    l’han fucilato a freddo contro il muro

    ma che fine farà la mia comicità
    se si è dimesso lui
    chi mi censurerà

    potrei forse fare il botto
    se dicessi che ci ha rotto
    questo articolo 18
    ma lo dico con rispetto

    lo sai che non si può far battute sui tassisti, statali e operai
    ma se tocchi la camusso come comico sei fesso
    perchè perdi il posto fisso

    signore del creato te lo chiedo inginocchiato
    fai tornare quel… pelato

    483

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MusicaSpettacoli
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI