L’ipotesi del male, il nuovo thriller di Donato Carrisi

da , il

    L’ipotesi del male, il nuovo thriller di Donato Carrisi

    Sugli scaffali delle librerie sta per arrivare L’ipotesi del male, romanzo che segna il ritorno di Donato Carrisi, lo scrittore che è riuscito a convincere gli italiani che non è necessario guardare all’estero per trovare dei grandi thriller. Anzi, può anche succedere che sia proprio un autore nostrano a dare lezioni di stile, come accaduto con Il suggeritore, opera prima dello scrittore pugliese capace di vincere il Premio Bancarella nel 2009 e di vendere milioni di copie in 22 Paesi. Per chi ha amato il suo esordio la gioia è doppia, perché L’ipotesi del male riporta su pagina le indagini di Mila Vasquez.

    Un sequel atteso quasi quattro anni, quello di Il suggeritore, nel frattempo diventato romanzo cult e finito nel mirino anche dei produttori di Hollywood. Un thriller psicologico folgorante, in grado di tenere il lettore incollato alle pagine con una tensione senza sosta; riuscire a creare un meccanismo così prossimo alla perfezione non è certo compito semplice, e in questo senso si può spiegare la lunga attesa, che terminerà finalmente il prossimo 29 aprile, quando Longanesi inizierà a distribuire L’ipotesi del male. Un’attesa, peraltro, non del tutto priva di sorprese, visto che nel mentre Donato Carrisi ha mandato alle stampe altri due romanzi, pur molto diversi dall’opera prima: Il tribunale delle anime e La donna dei fiori di carta, entrambi grandi successi in termini di vendite.

    E’ inutile mentire, però, perché l’attesa era tutta per il ritorno di Mila Vasquez, investigatrice specializzata nella caccia alle persone scomparse. Al centro della storia ci sono proprio loro, gli scomparsi, e la sinossi del romanzo rilasciata dalla casa editrice lascia pochi dubbi in merito alle atmosfere che ci ritroveremo a vivere: tutti, prima o poi, abbiamo provato nella vita il desiderio di sparire e di lasciarci ogni cosa alle spalle. Per alcuni non si tratta solo di un pensiero passeggero, trasformandosi in ossessione che divora. Cosa succede a quel punto? Queste persone spariscono nel buio, nessuno conosce il perché né sa dove vadano a finire, finché il tempo passa e tutti se ne dimenticano. Non Mila Vasquez, che è sempre circondata dai loro sguardi.

    Ogni volta che mette piede nel cosiddetto Limbo, l’ufficio persone scomparse, trova centinaia di occhi a fissarla dalle pareti della stanza dei passi perduti, ricoperte di fotografie. Anche nel suo passato esistono dei buchi, ecco perché Mila è la migliore nel dare la caccia a quelli che il mondo ha dimenticato. Ma cosa succederebbe se d’improvviso alcuni scomparsi tornassero con intenzioni oscure? Sembrano identici a prima ma il male li ha cambiati. Tante le domande che affollano la mente di Mila: dove sono stati tutto questo tempo? E perché sono tornati? Chi o cosa li ha presi e cambiati? Per dare forma all’oscurità dovrà darle un senso, un’ipotesi del male appunto. E l’unico modo di farlo è consegnare se stessa al buio. L’ipotesi del male è edito da Longanesi al prezzo di € 18,60.