L’indice della paura di Robert Harris

da , il

    L’indice della paura di Robert Harris

    Robert Harris è uno degli autori di thriller più noti e venduti dell’ultimo decennio. La sua fama è dovuta soprattutto ai romanzi storici o fantapolitici ambientati durante il periodo nazista o ancora più indietro all’epoca dei romani, ma nel 2011 torna in libreria con un thriller sull’alta finanza, intitolato L’indice della paura.

    Non avrebbe potuto scegliere momento migliore lo scaltro autore per proporre una storia ambientata nel magmatico mondo della finanza, popolata da geni dei numeri e uomini senza scrupoli che maneggiano somme di denaro difficilmente immaginabili. I fallimenti delle finanziarie, il problema mutui e la crisi economica sono vicende tristemente attuali, che tutti noi viviamo sulla nostra pelle.

    Ecco perché L’indice della paura assume dei contorni ancora più interessanti, perché attraverso una storia di tipica ispirazione thriller ci immerge in un mondo che noi comuni mortali conosciamo e comprendiamo poco, ma che tuttavia condiziona le nostre esistenze, in quanto singoli e in quanto comunità.

    Robert Harris sembra sempre molto attratto dal lato oscuro del nostro mondo e dell’animo umano, che si tratti di raccontare un mondo parallelo in cui la Germania nazista ha vinto la Seconda Guerra Mondiale (Fatherland) oppure la vicenda di un ghostwriter preso al centro di un intrigo politico che rischia di distruggerlo (Il ghostwriter, da cui è stato tratto lo splendido L’uomo nell’ombra di Roman Polanski).

    L’indice della paura mette al centro della narrazione Alex Hoffmann, che non è solo uno dei più importanti scienziati al mondo, ma anche un ricco e potente uomo d’affari proprietario di una società che gestisce fondi d’investimento. La sua ricchezza è dovuta alla creazione di un sofisticato software che ruota intorno al VIX, l’indice di volatilità, meglio conosciuto dagli addetti ai lavori indice della paura.

    Grazie a questo software top secret, Hoffmann riesce a generare ricavi incredibili per sé e per i propri clienti. Non tutto va però come previsto: una notte il magnate viene aggredito nella sua stessa casa di Ginevra, ed è solo il primo di una serie di avvenimenti che faranno precipitare Hoffmann in una spirale distruttiva. Lui cambia, e cambia il mondo intorno: mentre i mercati finanziari intorno a lui precipitano, ha inizio una lotta senza esclusione di colpi contro un avversario sconosciuto.

    L’indice della paura è edito da Mondadori al prezzo di € 19,90.