IT, il film torna nel 2017: 3 motivi per cui rivederlo

Esce oggi nelle sale americane IT, il film. Torna nel 2017, data simbolica, poiché segna il 27esimo anno dall'ultima apparizione di Pennywise e tutti fan sanno che IT appare ogni 27 anni... Nell'attesa che IT arrivi il 19 ottobre nelle sale italiane, ecco 3 motivi per cui rivederlo.

da , il

    IT, il film torna nel 2017: 3 motivi per cui rivederlo

    Il film di IT torna nel 2017 con una versione cinematografica agognata e finalmente realizzata. Stephen King ha creato personaggi inconici nei suoi libri, da Annie Wilkes di “Misery non deve morire” a Jack Torrance di “Shining”, e Pennywise, il pagliaccio più pauroso di sempre, che ha terrorizzato un’intera generazione a cavallo fra la fine degli anni 80 e l’inizio degli anni 90, non è da meno. Per tale motivo il film di IT è così atteso, senza contare che i fan hanno sempre saputo che, prima o poi, ci sarebbe stata una trasposizione cinematografica oltre la miniserie tv, progetto che però veniva procrastinato di anno in anno. Ma adesso ci siamo: IT il film torna nel 2017, esattamente dopo 27 anni la miniserie tv. Una casualità non da poco considerando il fatto che Pennywise appare proprio ogni 27 anni…

    Se siete ancora indecisi se andare o meno al cinema, vi snoccioliamo 3 motivi per rivedere IT.

    Un classico dell’horror

    Il pagliaccio IT fa parte dell’olimpo dei super cattivi e la miniserie è stata (ed è) un vero classico dell’horror: la sola idea che un innocente, malinconico e buffo clown diventi perfidia pura, beh, fa tremare di paura! Se dunque siete fan dei film dell’orrore, IT non può mancare nella vostra lista. Inoltre, chi ama e conosce bene la cinematografia sul genere, saprà apprezzare un’opera che, ancora prima di uscire in sala, ha già ricevuto pareri entusiastici dalla critica d’Oltreoceano.

    In America il film esce oggi, 8 settembre, mentre per l’Italia dovremo aspettare fino al prossimo 19 ottobre.

    Le differenze con il libro

    Fan di Stephen King al rapporto! Fra i 3 motivi pe cui rivedere IT il film, c’è sicuramente quello di paragonarlo al libro, di scoprire le differenze, di conoscere già le varie sfumature che per motivi di narrazione vengono tagliate e non rendono come nell’opera scritta: d’altronde, King è famoso per le sue descrizioni dettagliatissime che, per fortuna o purtroppo, lasciano davvero poco all’immaginazione.

    E poi, dire “Questa cosa nel libro non c’è!” con fare indispettito e vagamente intellettualoide non ha prezzo!

    Stephen King ama questo film

    Non sempre il maestro dell’horror ha manifestato apprezzamento per le trasposizioni cinematografiche dei suoi film: caso famosissimo fu quello di “Shining” che, pur essendo un capolavoro, ha completamente snaturato il libro. Invece, di IT il film King pare essere davvero entusiasta, tant’è che lo ha già visto 2 volte di fila e, secondo i ben informati, lo vedrà ancora.

    Infine, simbolo del suo apprezzamento tangibile è il palloncino rosso che, già da diverso tempo, fa capolino dietro alla finestra del secondo piano della villa di Stephen King a Bangor, nel Maine, dove vive da sempre.