Il marchio del diavolo di Glenn Cooper

Il marchio del diavolo di Glenn Cooper
da in Libri, Spettacoli
    Il marchio del diavolo di Glenn Cooper

    Gli appassionati di thriller storici troveranno sotto l’albero di Natale una gradita sorpresa, ovvero Il marchio del diavolo, la nuova uscita di uno degli esponenti più famosi del genere, Glenn Cooper. Il romanzo sarà disponibile dal 7 dicembre 2011, edito come sempre dalla Nord, che fin dall’inizio ha puntato sull’autore di New York.

    La grande particolarità questa volta è l’ambientazione, visto che Il marchio del diavolo si svolge in Italia, a Roma per la precisione, e abbraccia un arco di tempo che inizia intorno all’anno 1100 e arriva fino ai giorni nostri. Una bella sfida per Cooper, che ha già conquistato il pubblico di mezzo mondo con i precedenti La Biblioteca dei Morti, Il Libro delle Anime e La Mappa del destino.

    Anche in questo caso, come per l’ultimo La Mappa del destino, non troviamo il protagonista dei primi due romanzi, quel Will Piper che si è subito affermato come uno dei personaggi più amati del genere. Il marchio del diavolo narra quindi una storia libera dai vincoli della serie o dei protagonisti ricorrenti.

    Ci troviamo a Roma, dicevamo, e la vicenda si dipana attraverso tre piani temporali, mentre sullo sfondo si cela la Profezia di Malachia, cui è collegato un complotto che potrebbe portare alla distruzione del Vaticano.
    Il primo piano temporale è il 1139: un uomo arriva nella Città Eterna per assistere all’eclissi che mostrerà un allineamento astrale unico. All’ora stabilita, la luna a poco a poco si dissolve nell’oscurità, rivelando 112 stelle. E’ il segno che l’uomo aspettava: ancora 112 papi, poi, sulle rovine della Chiesa, sorgerà un nuovo mondo.

    Il secondo piano temporale è il 2000: Elisabetta, una giovane archeologa che stava lavorando agli scavi nelle catacombe di San Callisto viene fermata dal Vaticano, che mette così fine alla sua carriera accademica. La donna non ha perso solo il lavoro, perché ora giace sull’asfalto, in una pozza di sangue. Nell’istante in cui l’aggressore le ha inferto il colpo fatale, la donna ha notato un dettaglio agghiacciante.

    Il terzo piano temporale è l’oggi fittizio della narrazione: protagonista è una suora che si ritrova a studiare dei simboli astrologici tracciati sul muro nell’antico colombario di San Callisto, luogo di culto e mistero. Intorno a lei ci sono decine di scheletri caratterizzati da un’anomalia inquietante: la stessa anomalia del sicario che, anni prima, aveva cercato di ucciderla.

    Suor Elisabetta entra in possesso di un rarissimo esemplare del Dottor Faust e intuisce che quei versi sono il codice per svelare il cerchio diabolico che lega passato, presente e futuro. Perché il papa è morto, il conclave è alle porte e la profezia sta per compiersi. Un thriller avvincente e affilato come una lama di rasoio, per tutti gli amanti del genere che si sentono orfani di Dan Brown.

    Il marchio del diavolo è edito da Nord al prezzo di € 19,60, e ricordiamo che sarà disponibile dal 7 dicembre 2011.

    499

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN LibriSpettacoli
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI