Il grande e potente Oz, 5 motivi per vedere il film di Sam Raimi

Il grande e potente Oz, 5 motivi per vedere il film di Sam Raimi
da in Cinema, Spettacoli, Mila Kunis
Ultimo aggiornamento:

    Il grande e potente Oz di Sam Raimi, che esce il 7 marzo 2013 nelle sale italiane, segna il ritorno sul grande schermo di uno dei registi cult per eccellenza. Il papà della saga horror La Casa si misura questa volta con le atmosfere fiabesche (ma tutt’altro che innocenti) del romanzo Il meraviglioso mago di Oz scritto agli inizio del 1900 da L. Frank Baum. Un mondo che tutti noi conosciamo, di cui Raimi costruisce una sorta di prequel visionario reso incredibile dagli effetti digitali. Vediamo allora quali sono i 5 motivi per vedere il Il grande e potente Oz.

    Ritorno a Oz: il mondo creato dalla fervida mente di L. Frank Baum è entrato a far parte della memoria collettiva, grazie anche ai numerosi viaggi cinematografici nella terra del mago di Oz. Un classico della letteratura per l’infanzia reso immortale dal capolavoro del 1939 diretto da Victor Fleming con la bellissima Judy Garland nei panni di Dorothy e la canzone Over the rainbow a fare da traino alla storia. Questa volta, però, il volo della ragazzina con la sua casa verso il mondo di Oz non lo vedremo, perché il film di Raimi si concentra su quanto accaduto prima, facendo da vero e proprio prequel al racconto originale di Baum (che peraltro ha dato vita a una lunghissima saga di romanzi).

    Viaggio visivo spettacolare: comprare il biglietto per tornare nel mondo di Oz all’epoca delle tecnologie digitali applicate al cinema equivale a mettersi comodi per godere di uno spettacolo visivo senza pari. Certo, le invenzioni del film del 1939 sono comunque notevoli, ma questa volta Sam Raimi non ha badato a spese, dando fondo alla sua fantasia per mettere in scena la vicenda di Oscar Diggs, mago di un piccolo circo di dubbia morale che, stanco della propria condizione, fugge dal polveroso Kansas a bordo di una mongolfiera ma finisce al centro di una tempesta che lo porta nel mondo di Oz. Qui dovrà vedersela con tre streghe, Theodora, Evanora e Glinda, finendo coinvolto nei problemi di Oz e dei suoi abitanti e trasformandosi nel grande e potente mago di Oz.

    Mila Kunis: non servono davvero presentazioni per l’attrice di origini ucraine, votata come donna più sensuale del mondo nel 2012 dal magazine Esquire.

    Se le classifiche di bellezza lasciano sempre il tempo che trovano, questa volta non possiamo che essere d’accordo con quanti hanno votato per lei, sogno proibito di ogni uomo che cammina sul pianeta Terra. Ottima attrice e donna intelligente e divertente, Mila Kunis si è fatta le ossa nella serie Tv That ’70s show, affrontando poi un lungo percorso che l’ha portata ad essere una delle attrici più richieste di Hollywood (merito soprattutto della straordinaria interpretazione di Il Cigno Nero). Ne Il grande e potente Oz veste i panni fatati e sensuali di Theodora, la strega dell’ovest che, neanche a dirlo, farà perdere la testa al buon mago Oz.

    Grande cast al femminile: certo, il protagonista è James Franco, già al lavoro con Raimi nei panni di Harry Osborn nella trilogia su Spider-Man, ma è innegabile che lo scettro del cast sia tutto nelle mani del fantastico trio di attrici che interpretano le streghe Theodora, Evanora e Glinda. Stiamo parlando della già citata Mila Kunis (che da sola vale il biglietto), cui si affiancano le meravigliose Michelle Williams e Rachel Weisz. La prima, nota a tutti soprattutto per Dawson’s Creek, l’abbiamo ammirata nei panni credibili della diva Marilyn Monroe in My week with Marilyn; la seconda, considerata una delle attrici britanniche più belle di sempre, ha già portato a casa un premio Oscar come non protagonista per The Constant Gardener ed è abituata ad alternare film di cassetta (La mummia) e prodotti d’autore (Amabili Resti). Una curiosità sul cast: tra gli attori che vedremo in scena c’è anche Ted Raimi, fratello del regista e vero e proprio feticcio presente in quasi tutti i suoi film (come Bruce Campbell).

    Sam Raimi: se esiste un regista uscito dagli anni ’80 con le stimmate di autore di culto, quello è Sam Raimi. Dopo alcuni cortometraggi, nel 1981 crea quello che ancora oggi è considerato un capolavoro horror, La Casa, capostipite di una lunga sequela di opere sul tema. Appassionato di fumetti e di tematiche nerd in genere, negli anni successivi si fa notare per opere seminali come La Casa 2, Darkman e L’armata delle tenebre, per poi tornare sull’argomento con la celebre trilogia su Spider-man, con il Peter Parker di Tobey Maguire e la Mary Jane di Kirsten Dunst. Nel 2009 in piena operazione nostalgia ci ha riportato alle radici del cinema horror con il bellissimo Drag me to hell, per poi dedicarsi a uno dei suoi sogni nel cassetto: portare su schermo il mondo di Oz. Sarà riuscito a portare a casa l’ennesimo grande film della sua carriera?

    819

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CinemaSpettacoliMila Kunis
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI