Speciale Natale

I 10 video musicali più costosi di sempre

I 10 video musicali più costosi di sempre
da in Consigli Intrattenimento, Musica, Spettacoli
Ultimo aggiornamento: Sabato 24/09/2016 13:53

    I 10 video musicali più costosi di sempre

    Quali sono i 10 video musicali più costosi di sempre? C’è stato un periodo d’oro, in tutti gli anni Novanta, in cui la musica era strettamente legata alle produzioni video, dando vita ad una vera e propria battaglia per realizzare delle clip che riuscissero ad essere al tempo stesso di forte impatto e di heavy rotation su tutti i canali musicali, MTV in primis. L’arte dei video musicali era diventata spietata e potentissima: i più grandi artisti pop e rock, con a disposizione budget stratosferici, si sono affidati a registi e sceneggiatori del cinema pur di realizzare dei veri e propri capolavori senza tempo. I video musicali più costosi della storia vedono in classifica alcuni nomi di punta della scena pop mondiale: Michael Jackson (con due canzoni, sempre escludendo il video di Thriller che all’epoca della sua uscita fu il più costoso mai prodotto), Madonna, Mariah Carey e i Guns N’Roses. Se volete scoprire la classifica dei 10 video musicali più costosi di sempre, non vi resta che lasciarvi guidare in una serie di ricordi senza fine.

    Mariah Carey Heartbreaker

    Con un costo di produzione di 2 milioni e 500mila dollari, che attualmente sarebbero almeno un milione in più, il video di Heartbreaker di Mariah Carey featuring Jay-Z all’apice della carriera è decimo nella classifica dei video musicali più costosi di sempre. Incentrato su un mondo zuccheroso tutto rosa e stereotipato, è un video molto insulso e senza senso: ma Mariah, all’epoca, era la regina del pop r&b e se lo poteva permettere. A dirigerlo fu chiamato Brett Ratner, regista della saga cinematografica Rush Hour con Jackie Chan e, in quello stesso anno, sul set del video di Beautiful Stranger di Madonna.

    Mc Hammer 2 legit 2 quit

    Nei primissimi anni Novanta MC Hammer era un’istituzione del mondo pop: per il videoclip di 2 Legit 2 Quit, poi inserita nella colonna sonora del film La famiglia Addams, fu chiamato il regista Rupert Wainwright che realizzò un cortometraggio di 15 minuti pieno di ospiti (tra i quali alcuni campioni dello sport e personaggi dello spettacolo come Danny Glover, Mark Wahlberg, Queen Latifah e i Milli Vanilli) che costò la bellezza di 2 milioni e 500mila dollari, attualmente 4 milioni e 200mila. Ciononostante, il video di 2 Legit 2 Quit di MC Hammer è stato inserito in una serie di classifiche tra i peggiori video mai realizzati.

    Puff Daddy Victory

    Nel 1998 tutto quello che Puff Daddy toccava diventava oro colato, grazie al successo ottenuto con I’ll be missing you incisa assieme a Faith Evans e dedicata proprio alla morte violenta di Notorious BIG, uno dei rapper più famosi di sempre e autore di uno dei dischi rap migliori della storia. Con il videoclip di Victory, singolo che ospitava il featuring dello scomparso Biggie e di Busta Rhymes per la regia di Marcus Nispel, la produzione spese più di 2 milioni e 700mila dollari, equivalenti a quasi quattro milioni di dollari attuali. La stella di Puff Daddy si è offuscata dopo i fasti di quegli anni, ma ciò non gli ha impedito di entrare nella lista dei video musicali più costosi della storia.

    Gwen Stefani Make Me Like You

    È l’unica voce di questa classifica ad essere ‘fresca di stampa’, visto che Make Me Like You di Gwen Stefani è uno dei singoli più recenti della cantante americana: uscito nel 2016, per il brano è stato realizzato un videoclip con la regia della celebratissima Sophie Muller, tra le migliori registe di video musicali, ad un costo effettivo di quattro milioni di dollari. Niente male per un’epoca di crisi economica…

    Estranged Guns N Roses

    L’unico video rock di questa classifica dei video musicali più costosi di sempre non poteva che appartenere a loro, ai Guns N’Roses: su finire del 1993, per la clip del singolo Estranged estratto da Use Your Illusion II, la band di Axl Rose chiamò a raccolta il regista Andy Morahan e spese più di 6 milioni e mezzo di dollari attuali per realizzare le immagini di accompagnamento alla ballad, che fa parte di una ideale trilogia con i videoclip precedenti di Don’t Cry e November Rain. In ogni caso, tanti bei soldini per un video sentimentalmente impattante.

    Michael Jackson Black Or White

    Arriviamo a metà classifica e cominciamo a salire di prezzo, oltre che di livello: non poteva che starci Michael Jackson a fare da spartiacque, grazie al video di Black Or White realizzato nel 1991 con la regia di John Landis (colui che sedette dietro la macchina da presa del film Blues Brothers) già autore del primissimo video d’effetto della storia della musica, Thriller, sempre firmato dal re del pop. Per Black Or White si sprecarono gli effetti speciali, specialmente il morphing sul finale, per un costo di circa 7 milioni di dollari attuali.

    Madonna Bedtime Story

    Se non è re, è regina del pop: ecco quindi arrivare Madonna, alla posizione numero quattro grazie al video di Bedtime Story filmato da Mark Romanek nel 1995. La spesa per realizzarlo è stata una delle più ingenti di sempre e la più alta per l’epoca, in valore assoluto: oltre 7 milioni e 700mila dollari di produzione. D’altronde per le regine del pop, questo ed altro.

    Madonna Express Yourself

    Saliamo sul podio e troviamo sempre lei, Madonna, che già nel 1989 aveva fatto stabilire il record di produzione più costosa di tutti i tempi per un video musicale: era quello di Express Yourself, autentico capolavoro visuale realizzato nientemeno che da David Fincher (poi regista di Fight Club, alcuni anni dopo). Anche qui il valore assoluto calcolato ai nostri tempi è incredibile: più di 9 milioni e 500mila dollari di costo attuale, che all’epoca furono poco più della metà. Impressionante.

    Madonna Die Another Day

    Doppietta sul podio per Madonna, che nel 2002 firma la colonna sonora di Die Another Day, nuovo capitolo della saga di James Bond. Il videoclip, dove Madonna si duplica e sfida se stessa in una lotta violenta tra bene e male, fu girato da Traktor e costò più di 6 milioni di dollari dell’epoca. Uno degli ultimi esempi dell’era d’oro dei video musicali.

    Michael Jackson Janet Jackson Scream

    Alla numero uno della classifica dei 10 video musicali più costosi di sempre torna lui, Michael Jackson, accompagnato dalla sorella Janet per il videoclip del singolo Scream, uscito nel 1995. Girato anche questo da Mark Romanek, già apparso in questa lista come regista di Madonna, è uno dei videoclip più strutturati e particolari della storia, pieno di effetti speciali e incredibili realizzazioni, e la sua vetta più alta nel periodo di massimo splendore. Costò la bellezza di 10 milioni di dollari attuali.

    1679

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI