Speciale Natale

Elio e le Storie Tese: parodia dei Litfiba in Regime di Cuori (video)

Elio e le Storie Tese: parodia dei Litfiba in Regime di Cuori (video)

    Alla visione di questo video fantastico la prima cosa che viene da esclamare a gran voce è “Elio ti amo!”. No, non stiamo dando sfogo alle nostre pulsioni omosessuali, ma stiamo lodando un artista capace di leggere il presente come pochi. Lo dimostra la parodia dei Litfiba a Parla con Me, dove cantano Regime di Cuori.

    La band si è presentata sul palco vestita come i Litfiba degli anni ’80, come al solito per regalare un momento di grande televisione e di musica di culto (parole di Serena Dandini), ma anche per sottolineare la forza dell’amore, che vince contro tutti gli odi e supera tutti gli ostacoli (parole di Elio/Piero Pelù). Il risultato, come al solito, è di quelli da far venire i brividi.

    Sembra in un solo colpo di essere tornati ai tempi in cui Elio e le storie tese facevano parte del programma della Gialappa’s Mai dire gol, deliziando gli spettatori con trovate sceniche da antologia (come quando salirono sul palco vestiti da Queen) e interpretazioni musicali tutte da ascoltare (sempre dei Queen, una versione di Somebody to love con la Cortellesi nei panni di Romina Power).

    Ecco, il contesto goliardico ma molto più intelligente di tanti programmi di pseudo-satira è sempre quello di tanti anni fa. D’altra parte anche a Parla con me gli Elii hanno saputo dimostrare di essere capaci di rileggere alla grande la triste realtà politica odierna, al tempo stesso sfornando capolavori e tormentoni come Bunga Bunga, sulle note di Waka Waka, Nano Nano, Ruby Baby e così via.

    Regime di cuori, bisogna dirlo, è forse una delle loro migliori interpretazioni in questo senso, anche perché la canzone originale (Regina di cuori) si presta alla grande. Mixata sapientemente con Bohemian Rhapsody dei Queen (da lacrime il coretto Papi cantato da Rocco Tanica), regala chicche come “Regime di cuori, mi curi i molari, ti giuro l’amore ma non l’eterna fedeltà). Tutto da godere, come al solito.

    In attesa di una nuova interpretazione.

    358

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN SpettacoliTelevisioneElio e le storie tese

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI