Speciale Natale

David Bowie, Valentine’s Day e tutti i video di The Next Day

David Bowie, Valentine’s Day e tutti i video di The Next Day
da in Musica, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    Il 2013 ci ha insegnato una legge fondamentale: mai dare per morto il Duca Bianco. David Bowie è tornato per sedersi di nuovo sul trono del rock con The Nex Day. Nessuno ormai si aspettava un album di inediti a 10 anni dall’ultima fatica in studio e invece, dopo molte voci e altrettante smentite, direttamente dagli anni ’70 è tornato uno degli artisti più importanti del rock. Un ritorno che non puzza di nostalgia ma che anzi ha mostrato una freschezza compositiva che pochi altri mostri sacri possono oggi vantare (citiamo i Deep Paurple anche loro tornati nel 2013). In occasione del lancio del singolo Valentine’s Day, ripercorriamo The Next Day attraverso i suoi video ufficiali.

    Che si sarebbe trattato di un grande album lo abbiamo capito prima ancora dell’uscita ufficiale, grazie a due singoli di straordinaria bellezza come Where Are We Now? e The Stars (Are Out Tonight), entrambi accompagnati da video ufficiali suggestivi. Due brani che avranno di sicuro fatto scendere qualche lacrima nostalgica ai fan del Duca Bianco. Where Are We Now? è stato rilasciato in occasione del suo 66esimo compleanno (è nato l’8 gennaio 1947) come primo, intrigante assaggio, mentre The Stars (Are Out Tonight) ha lanciato la corsa verso una delle più importanti uscite discografiche degli ultimi anni.

    Where Are We Now? è un antipasto di quelli sontuosi, una ballata malinconica di gran classe, accompagnata da un video minimalista ma davvero ben fatto, diretto da Tony Oursler con rimandi diretti (presenti anche nel testo) al periodo berlinese dell’artista. The Stars (Are Out Tonight), il cui video ufficiale porta la firma della ben nota Floria Sigismondi, è invece una fotografia perfetta del Bowie più rock, quello degli anni ’70 che si avvicinava ‘pericolosamente’ alle atmosfere del progressive rock e che conquistava tutti con singoli a dir poco storici.

    Due anime che trovano conferma nelle parole del produttore Tony Visconti: “Se la gente vuole un Bowie più classico, lo troverà nelle tracce. Se qualcuno vuole un Bowie più innovativo, ci sono anche nuove suggestioni“.

    The Next Day ha fatto il suo debutto a marzo 2013, ben 10 anni dopo la sua ultima raccolta di inediti, quel Reality che molti si stavano convincendo potesse essere il canto del cigno della carriera di David Bowie. Eccoci qui al contrario a parlare del quarto singolo Valentine’s Day, ancora una volta accompagnato da un video che dimostra come Bowie sia un artista a tutto tondo (e chi ha ammirato le sue prove al cinema questo lo sa già). Un artista capace ancora di provocare come faceva nei panni di Ziggy Stardust: a dimostrazione si veda la polemica per il video ufficiale del singolo titletrack The Next Day, prima rimosso e poi censurato da YouTube perché a qualcuno non erano piaciuti i riferimenti a Cristo e ai vizi della Chiesa. Ce ne fossero di personaggi così nella scena musicale odierna!

    541

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MusicaSpettacoli

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI