David Bowie, il video di The Next Day censurato da YouTube

David Bowie, il video di The Next Day censurato da YouTube
da in Musica, Spettacoli

    Anno di grazia 2013, il video di The Next Day di David Bowie viene censurato da YouTube, prima rimosso e poi ripristinato ma con accesso solo ai maggiorenni. Il motivo? La polemica di alcuni esponenti dell’ambiente religioso, che non avrebbero apprezzato i riferimenti a Cristo e la critica ai vizi della fede. Il giudizio dei religiosi è stato netto e inequivocabile: il video è blasfemo e va rimosso. Passano i millenni ma pare proprio che certe persone non possano fare a meno di dimostrare la loro mentalità fuori dal tempo. Certo, David Bowie è sempre stato un artista che spiazza, sia dal punto di vista musicale che delle scelte personali. Eccentrico e geniale anche dal punto di vista delle immagini, ma dobbiamo ammettere che, davvero, il video in questione è nulla in confronto ad altri filmati che YouTube si guarda bene dal censurare.

    In tutta questa polemica, quel che più stupisce è proprio l’atteggiamento di Google che, su segnalazione di qualche utente e sulla scia delle polemiche, ha subito bannato il video a poche ore dalla pubblicazione sul canale ufficiale di David Bowie. Poco conta che un portavoce si sia poi scusato ammettendo l’errore con una frase che convince poco: “Con il grandissimo volume di traffico video sul nostro sito, ogni tanto commettiamo qualche errore.

    Il video di Bowie è stato rimosso per sbaglio e abbiamo provveduto subito a ripristinarlo“. Di nuovo visibile, dunque, ma solo ai maggiorenni perché è stato applicato il filtro contro i contenuti maturi. Cosa mostrerà mai questo video di tanto blasfemo? Incentrato sulla critica ai vizi di tanti religiosi, è ambientato in un pub e mostra una sfilata di preti e suore intenti a condotta peccaminosa.

    Al centro della scena troviamo il profeta David Bowie, e accanto a lui spiccano il sacerdote interpretato da Gary Oldman e la suora viziosa con tanto di stimmate che ha il volto e il corpo della splendida Marion Cotillard, attrice già apprezzata in Inception. Un vero e proprio cortometraggio, diretto ancora una volta da Floria Sigismondi, già dietro la macchina da presa del video Stars are out tonight, che vedeva Bowie duettare con Tilda Swinton. Cinema e musica viaggiano a braccetto in questa nuova fase della carriera del Duca Bianco, che ha tratto giovamento dalla sterile polemica raggiungendo la vetta delle classifiche di vendita con l’album omonimo The Next Day dopo 20 anni di assenza. Scomodo e affascinante oggi come lo era negli anni ’70, da Ziggy Stardust al predicatore passando per Dance Magic Dance.

    450

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MusicaSpettacoli
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI