Dario Fo: frasi e aforismi da ricordare

E' morto Dario Fo. Celebriamo questo grande personaggio del teatro italiano con frasi e aforismi da ricordare che l'hanno reso amato dal pubblico e indimenticabile.

da , il

    In occasione della morte di Dario Fo, ecco frasi e aforismi da ricordare che hanno reso questo grande protagonista del nostro teatro e della letteratura un’icona indimenticabile. Dalle riflessioni sul potere della risata alle freddure sul mondo politico, ecco il meglio delle frasi di Dario Fo.

    “Siamo nella merda fino al collo, ma è per questo che camminiamo a testa alta!”. Dario Fo è sempre stato caratterizzato da un forte senso dell’ironia e dell’umorismo. Questa è una delle sue frasi più rappresentative.
    “Ancora non si è capito che soltanto nel divertimento, nella passione e nel ridere si ottiene una vera crescita culturale”. Per Dario Fo la risata e la capacità di intrattenere erano parte fondante della nostra cultura.
    “Il riso è sacro. Quando un bambino fa la prima risata è una festa”. Il sorriso è sempre stata un’arma potente per Dario Fo, icona del nostro teatro e Premio Nobel per la Letteratura nel 1997.
    “Dato che esistono oratori balbuzienti, umoristi tristi, parrucchieri calvi, potrebbero anche esistere politici onesti”. Il senso civico di Dario Fo era secondo solo al suo profondo amore per la moglie Franca Rame, morta nel 2013. Questa è una delle frasi di Dario Fo più apprezzate.
    “Una buona notizia per i dipendenti pubblici tedeschi di sesso maschile: in caso di bisogno lo Stato passerà il Viagra. Buona notizia per le donne tedesche: in caso di necessità lo Stato passerà un dipendente pubblico”. Irresistibile Dario Fo: uno dei suoi aforismi più acclamati e divertenti.
    Tra le migliori frasi di Dario Fo ricordiamo anche questa. “La risata, il divertimento liberatorio sta proprio nello scoprire che il contrario sta in piedi meglio del luogo comune, anzi è più vero o, almeno, è più credibile”. Dario Fo era anche definito il giullare del teatro italiano, un giullare da Nobel.
    “La vita è una meravigliosa occasione fugace da acciuffare al volo, tuffandosi dentro in allegra libertà”. Siamo certi che in compagnia della moglie Franca Rame e del figlio Jacopo, Dario Fo, scomparso oggi 13 ottobre 2016 a 90 anni, abbia vissuto una vita decisamente allegra e sicuramente libera o comunuque, come lui stesso amava dire, “esageratamente fortunata”.