Speciale Natale

Attrici anni ’50: le donne più belle e sensuali del cinema

Attrici anni ’50: le donne più belle e sensuali del cinema
da in Cinema, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    Per il cinema gli anni ’50 rappresentano un periodo di enorme importanza: sono gli anni delle grandi dive, delle attrici sensuali e ammalianti, ma anche quelli della crisi e della conclusione dell’età d’oro di Hollywood. Quando accade sul set è specchio di quanto accade nella società. Il ponte tra vecchio e moderno porta i Paesi occidentali, reduci dalla Seconda Guerra Mondiale, verso nuove meraviglie tecnologiche, riassunte dall’ingresso nelle case della televisione. Il piccolo schermo crea nuovi miti e inizia ad intaccare quelli gloriosi del bianco e nero e dell’epoca classica. Nonostante i sentori di crisi, comunque, è qui che fioriscono icone di fascino e bellezza, riassunte dalla figura di Marilyn Monroe.

    Quando iniziano gli anni ’50 Norma Jeane ha 24 anni e un curriculum già ricco di piccoli ruoli, ma è proprio in questo decennio che costruisce il suo mito a colpi di successi come A qualcuno piace caldo, Niagara, Gli uomini preferiscono le bionde, Come sposare un milionario, Quando la moglie è in vacanza. Classici che hanno trasformato Marilyn Monroe nel simbolo assoluto di quel tipo di cinema, in grado di sopravvivere e ammaliare ancora oggi. Accanto a lei, comunque, non possiamo non citare altre attrici brave e dotate di bellezza unica, a partire proprio dall’anti-Marilyn per eccellenza, Jayne Mansfield, la ‘bionda esplosiva’ per prendere in prestito il titolo di un suo film.

    Meno prorompenti ma di certo non meno affascinanti sono Grace Kelly, forse la donna in assoluto più bella che abbia mai messo piede sul pianeta Terra; Kim Novak, altra bionda da favola con un passato da Bond Girl; Natalie Wood, la brava ragazza già celebre per Gioventù Bruciata accanto a James Dean ma esplosa poi con West Side Story; l’indimenticabile Liz Taylor che nel 1958, praticamente all’esordio, partecipa al classico La gatta sul tetto che scotta; Jane Russell, una delle più famose pin up e sex symbol del cinema di Hollywood; la divina B.B., all’anagrafe Brigitte Bardot, icona provocante che nel 1956 entra nell’immaginario collettivo maschile grazie al ruolo in E Dio creò la donna; infine la ragazza della porta accanto, la bellezza acqua e sapone Doris Day, una delle attrici più amate dal pubblico americano.

    Se Hollywood ci ha regalato donne di assoluta bellezza, in Italia certo non siamo stati da meno. Gli anni ’50 sono senza dubbio il decennio di Sophia Loren, in grado di travalicare i confini nazionali e trasformarsi in diva assoluta (ancora oggi considerata tra le 25 star femminili più importanti di sempre dall’American Film Institute). Se la Loren imperversa, da Carosello Napoletano a Pane, amore e… passando per Miseria e Nobiltà e L’oro di Napoli, non bisogna però dimenticare altre attrici di grande valore come Gina Lollobrigida (‘la donna più bella del mondo’), la meravigliosa Sylva Koscina, la donna del giorno Virna Lisi e la più bella di tutte, Silvana Mangano. Chiudiamo citando anche pin-up meno conosciute come Dorian Gray, Silvana Pampanini e Marisa Allasio, nomi e volti che hanno scritto la storia del cinema italiano. Voi quale diva anni ’50 preferite?

    533

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CinemaSpettacoli

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI