Speciale Natale

10 film ambientati a Bologna [VIDEO]

10 film ambientati a Bologna [VIDEO]
da in Cinema, Spettacoli, Top & Flop
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 08/07/2015 17:40

    Bologna

    Sono decine e decine i film ambientati a Bologna, o girati in provincia del capoluogo emiliano-romagnolo, ma qui ne abbiamo raccolto una lista di dieci. Bologna è una città meravigliosa che è riuscita a prestarsi al lavoro dei cineasti più esigenti. E’ per questo che sono tanti i registi che l’hanno scelta per girarvi interi film o parti di essi, per esigenze storiche o per motivi di estetica, grazie alla suggestione e alle atmosfere che la città riesce a regalare. Eccovi quindi dieci tra i più bei film ambientati a Bologna che hanno riscontrato un grande successo di pubblico e critica.

    Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enza Negroni

    Jack Frusciante è uscito dal gruppo è un film del 1996 diretto da Enza Negroni, tratto dall’omonimo romanzo di Enrico Brizzi. Il titolo riprende un fatto accaduto veramente e che sconvolse i seguaci dei Red Hot Chili Peppers negli anni novanta: il chitarrista John Frusciante decise di abbandonare improvvisamente la band nel momento di massima popolarità. Questo episodio però non è citato nel film, al contrario del romanzo.

    La guerra degli Antò di Riccardo Milani

    La guerra degli Antò è un film del 1999 diretto da Riccardo Milani. Il film è tratto dal romanzo di Silvia Ballestra Il disastro degli Antò, e racconta la storia di quattro giovani punk di Montesilvano, un paesino in Abruzzo. Il commento musicale è opera della Piccola Orchestra Avion Travel.

    Almost Blue di Alex Infascelli

    Almost Blue è un film del 2000 diretto da Alex Infascelli, tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Lucarelli, presentato alla Settimana Internazionale della Critica al Festival di Cannes 2001. Al suo esordio nella regia di un lungometraggio cinematografico, Infascelli ha ottenuto gli unanimi riconoscimenti dei maggiori premi cinematografici italiani (David di Donatello, Nastri d’argento, Ciak d’oro) come miglior regista esordiente dell’anno. La colonna sonora del film contiene brani già editi e sonorizzazioni originali dei Massimo Volume.

    Paz! di Renato De Maria

    Paz! è un film del 2002 diretto da Renato De Maria, tratto dai fumetti di Andrea Pazienza e ambientato nella Bologna in fermento del 1977. Il film è composto da sketch estrapolati da almeno quattro opere diverse del grande e compianto fumettista, e forse manca un po’ di linearità. I protagonisti sono i personaggi disegnati da Andrea Pazienza: Zanardi, Penthotal, Fiabeschi e Zanna.

    Paris Dabar di Paolo Angelini

    Paris Dabar è un film documentario di Paolo Angelini del 2003. Nel 2000 un gruppo di amici organizzò una maratona alcolica coinvolgendo quattro bar del famosissimo quartiere Pratello, a Bologna. Per quattro ore i 44 partecipanti percorsero una sorta di via crucis, andando di bar in bar per mostrare di essere il miglior bevitore: sono ‘Protagonisti tutti gli alcolici possibili e immaginabili, dalla birra in su, e le chiacchiere che un simile consumo di alcool porta con sé‘.

    Cavedagne di Francesco Merini

    Cavedagne è il titolo del film di Francesco Merini del 2003. Diversi personaggi si aggirano per Bologna cercando faticosamente di decidere il proprio destino. Un capannone industriale da svuotare diventa il luogo in cui i sogni e i destini si incrociano e si ostacolano in un viaggio delirante che conduce i personaggi fuori dalla città, verso la campagna e il mare. Nella clip, una scena con il compianto Roberto Freak Antoni, ex Skiantos.

    Il cuore altrove di Pupi Avati

    Il cuore altrove è un film del 2003, diretto da Pupi Avati, presentato in concorso al 56º Festival di Cannes. In reatà sono tantissimi i film che Avati ha girato a Bologna e nelle province della sua regione. In particolare questo film è stato riconosciuto come d’interesse culturale nazionale dalla Direzione generale per il cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali italiano. Nel cast ci sono anche Neri Marcorè, Vanessa Incontrada, Sandra Milo e Giulio Bosetti.

    Lavorare con lentezza di Guido Chiesa

    Lavorare con lentezza è un film del 2004 diretto da Guido Chiesa e da lui stesso sceneggiato assieme al collettivo Wu Ming. Il film è ambientato nella Bologna tumultuosa degli anni settanta. Le vicende di due ragazzi di periferia si mescolano a quelle dei movimenti studenteschi sulle onde di Radio Alice. Il film è stato in concorso alla 61ª Mostra di Venezia: la giuria ha assegnato (ex aequo) a Tommaso Ramenghi e Marco Luisi il Premio Marcello Mastroianni per il miglior attore emergente. Tra gli interpreti, anche Claudia Pandolfi e Valerio Mastandrea.

    Quo vadis, baby? di Gabriele Salvatores

    Quo vadis, baby? è un film del 2005 diretto da Gabriele Salvatores, ispirato dall’omonimo romanzo di Grazia Verasani ed il cui titolo è tratto da una battuta pronunciata da Marlon Brando nel film Ultimo tango a Parigi (1972) di Bernardo Bertolucci. Fra gli attori Serena Grandi, Angela Baraldi, Gigio Alberti, Claudia Zanella, Elio Germano.

    Amatemi di Renato De Maria

    Amatemi è un film del 2005, diretto dal regista Renato De Maria. E’ stato riconosciuto come d’interesse culturale nazionale dalla Direzione generale per il cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La bella Isabella Ferrari interpreta Nina, una donna che dopo essere stata lasciata improvvisamente dal marito, riesce a prendere in mano la sua vita che credeva perduta. Tra gli attori Pierfrancesco Favino, Donatella Finocchiaro, Branko Djuric, Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Camilla Filippi.

    1105

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI