Windows 8 vola in prima classe con Emirates [VIDEO]

da , il

    Windows 8 vola in prima classe con Emirates [VIDEO]

    windows 8 emirates

    Windows 8 volerà in alto, molto in alto, ma non sono gli analisti che lo affermano, prevedendo un boom del nuovo sistema operativo di Microsoft quanto l’ufficio stampa della Emirates Airlines che apre a un’interessante iniziativa hitech per il futuro prossimo. Nel 2013 la prima classe e la business class dei lussuosi velivoli della compagnia di stanza a Dubai porteranno infatti a bordo i nuovi e fiammanti tablet HP ElitePad 900 mettendoli a disposizione dei clienti. Sarà così possibile ad esempio controllare la posta elettronica e navigare sul Web, divertirsi con giochi e applicazioni oppure guardarsi un bel film (o ascoltare musica) e importunare le hostess.

    Proprio così, il nuovo tablet HP ElitePad 900 sarà consegnato in seguito al decollo e rimarrà tra le mani dei fortunati utenti di prima classe e di business per tutta la durata del volo. Non solo: sarà anche utilizzato dal personale a bordo per la comunicazione da una parte all’altra del velivolo, per lo scambio di indicazioni/informazioni, per rispondere alle chiamate dei clienti e magari per scambiarsi pure qualche foto sottobanco. D’altra parte la fotocamera integrata nel tablet non è niente male: 8 megapixel con videorecording Full HD.

    A proposito, la scheda tecnica di HP ElitePad 900 parte ovviamente dal sistema operativo Windows 8 che governa il tutto a partire dall’ampio e luminoso schermo touchscreen capacitivo da 10 pollici (1,280 x 800 pixel e 400nits) in grado di percepire anche l’input di un pennino capacitivo, processore Atom Intel Clover Trail con 2GB Ram e memoria da 32 o 64GB eMMC, doppia porta USB e HDMI. Il design è pulito e gradevole con uno spessore di soli 9.2 mm e un peso leggero, di 750 grammi.

    Un tempo sugli aerei si trovava un micro televisore condiviso tra decine di utenti, poi sono arrivati i display integrati nel poggiatesta del sedile davanti e infine addirittura i tablet. È il dispositivo perfetto per questo scopo perché è un “tutto-schermo” tattile che non richiede telecomandi e dunque non solo non ingombra, ma risulta semplice e immediato da utilizzare. Chissà se i clienti più facoltosi (e in generale quelli che spendono anche diverse migliaia di euro per un biglietto nei posti più esclusivi) potranno anche portarselo a casa una volta atterrati?