Speciale Natale

Un telescopio nascosto nella lente a contatto

Un telescopio nascosto nella lente a contatto

    Lo vedete questo piccolo cono di plastica? Non è un semplice pezzo di plastica qualsiasi. Si tratta in realtà di una lente che si adatta alla perfezione al vostro occhio che integra un telescopio minuscolo. E’ in grado di zommare e può essere acceso o spento semplicemente grazie ad un battito di ciglia. Questa lente a contatto, progettata dai ricercatori dell’Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL) in Svizzera e prodotta da DARPA, è una lente sclera, una specie di lente fatta di plastica rigida che viene utilizzata si solito in ambiente medico specifico. Ma in questo caso, la lente è anche corredata da specchietti in alluminio, che nascondo principalmente un telescopio nel vostro occhio. Il sogno realizzato per chi vuole osservare in dettaglio belle ragazze senza farsi notare.

    La lente lavora insieme ad un paio di occhiali speciali a cristalli liquidi connessi ad un sistema elettronico. Gli occhiali possono passare dalla luce polarizzata a svariati angoli in modo che penetri nell’occhio, così come il telescopio-lente. Strizzate l’occhio destro e la luce penetra automaticamente ad un angolo che si inserisce attraverso la zona di ingrandimento della lente a contatto. Strizzate l’occhio sinistro e la luce entra nella zona standard. Strizzate gli occhi normalmente e non accade nulla.

    Semplice non trovate?

    Al momento in cui scriviamo, la lente può essere indossata solamente per una mezzoretta e non di più per il fatto che la lente rigida non è così tanto permeabile all’ossigeno. I cercatori hanno già condotto un esperimento tagliando minuscoli canali da 0.1 mm della lente in modo da far circolare meglio l’ossigeno, ma consentire all’occhio di respirare normalmente e naturalmente sarà una grande sfida per il futuro. Secondo i progettisti di questa lente telescopio, i campi nei quali la lente verrà utilizzata riguarderanno principalmente le persone che soffrono di una perdita di vista per via della generazione maculare dettata dell’età. Per adesso quindi, accontentatevi di osservare il gentil sesso con i vostri propri occhi. Per lo zoom, c’è ancora tempo.

    388

    Speciale Natale

    da in Hi-Tech, Innovazioni tecnologiche