The Sims Medieval, trailer del nuovo capitolo Maxis (video)

The Sims Medieval, trailer del nuovo capitolo Maxis (video)
da in Hi-Tech, Videogiochi

    La serie The Sims è nata dal genio di Will Wright ed è distribuita dalla EA Games. Si inserisce nel genere dei giochi di simulazione -in questo caso ad essere simulata è la vita – e si tratta della serie di maggior successo della storia PC, avendo superato l’impressionante cifra di 100 milioni di copie vendute.

    La Maxis quindi ci riprova con The Sims Medieval, quarto capitolo della serie, abbandonando la numerazione progressiva che aveva caratterizzato i primi giochi.

    In effetti il nuovo capitolo si discosta dai titoli precedenti: sono state introdotte alcune interessanti novità, ma anche inaspettate omissioni; i primi capitoli della saga infatti trattavano tutti lo stesso argomento (ad esclusione delle espansioni): ricerca del lavoro, fare carriera, incontrare l’anima gemella, costruire, ampliare, comprare oggetti per la casa ecc, sotto quest’ottica il gioco poteva durare all’infinito.

    La prima importante novità di The Sims Medieval è proprio l’aver dato uno scopo ultimo alla trama e, di conseguenza, una vera e propria fine. Questo è possibile grazie all’introduzione, per la prima volta nella saga, di vere e proprie quest (missioni) da portare a termine.

    A differenza dei giochi precedenti quindi c’è un inizio e una fine ben precisi del gioco ed è possibile fallire la missione. Altra novità: per completare le quest possiamo avvalerci del supporto di uno dei dieci Eroi, o specialisti, tra i quali figurano il Mago, la Spia, il Medico, il Re ecc. Va da se che le possibilità di gioco variano notevolmente in base al tipo di Eroe che ci accompagnerà.

    Come anticipato, rispetto ai titoli precedenti sono state anche omesse alcune caratteristiche che, diciamolo, sono state parte del successo del titolo; prima fra tutte lascia perplessi la scelta di non permettere più al giocatore di costruire la propria casa, o ampliarla con nuove stanze: si potrà personalizzare l’estetica degli interni dell’edificio, ma non alterarne la struttura di base e la forma.

    E’ stato poi omesso il fattore crescita dei personaggi; si possono creare solamente dei Sim adulti e i neonati che questi concepiranno diventeranno bambini, fermandosi però a questo stadio.

    Nonostante alcune discutibili omissioni il fascino del titolo è assolutamente irresistibile e di certo si riconfermerà l’ennesimo successo targato Maxis.

    408

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechVideogiochi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI