Rayman Origins in uscita per wii ma non per pc (video)

da , il

    Adoro le melanzane: alla parmigiana sono la mia versione preferita ma non le so preparare, in compenso una volta mi sono cimentato con quelle ripiene, con risultati discutibili. Ma la melanzana che mi ha dato maggiori soddisfazioni e risultati è sicuramente quella di Ubisoft, ossia quel gran personaggio di Rayman. La melanzana Ubisoft, senza gambe e braccia ma con piedi e mani, è stata una delle icone dei videogame degli anni novanta; la serie infatti univa brillante ironia e straordinaria giocabilità e questo le ha garantito un grande successo. I problemi per Rayman, inteso come personaggio, non come serie, arrivarono quando la serie fu invasa da tanti, ma tanti, conigli bianchi, tutti pazzi, che riuscirono a rubargli la scena con la loro demenzialità di cui la serie Rayman Raving Rabbids è particolarmente ricca.

    I titoli a base di conigli proseguirono nel tempo, accantonando le origini platform della serie e riservando a Rayman il ruolo di semplice supporter o coprotagonista. Ma ora basta: Rayman Origins è in dirittura d’arrivo.

    Non ve lo diceva la mamma da piccoli di mangiare la verdura? Ecco, è arrivato proprio il momento di una buona dose di melanzana targata Ubisoft. La serie della casa francese, un po’ accantonata negli anni per dare spazio a numerosi altri brand (e conigli bianchi), ritorna alle origini del mito; Rayman Origins infatti ci riporterà indietro nel tempo, quando il protagonista viola correva e saltava in un classico platform in 2D. Il nuovo titolo infatti sarà proposto in una grafica stile cartoon, in due dimensioni, nel più classico platform a scorrimento laterale. L’effetto visivo, se a parole potrà sembrare preistoria, è nei fatti una meraviglia per gli occhi, grazie anche ad una fluidità da 60 frame al secondo e a un numero elevato di animazioni e locations dettagliate.

    Il gameplay di Rayman Origins è quanto di più classico ci si aspetti da un platform: il nostro eroe e i suoi amici dovranno correre, saltare da un punto all’altro, sferrare pugni, calci e volare, sfruttando all’occorrenza una mosca o una zanzara. L’azione è sempre veloce, scorrevole e dinamica, condita con una grande dose di ironia, più che in passato, forse a muovere i fili alla produzione c’è ancora qualche coniglio pazzo.

    Ad aggiungere pepe all’esperienza di gioco Rayman Origins permetterà, grazie alla modalità cooperativa, di giocare insieme ad altre tre persone, ognuna con il proprio personaggio della saga. Si tratterà di una collaborazione per andare avanti, ma anche di una competizione tra gli stessi giocatori, che si sfideranno a raccogliere il maggior numero di lum possibile, per sbloccare particolari attività e altri bonus.

    Rayman Origins ha davvero le carte in tavola per riportare il suo eroe in cima alla lista dei personaggi iconici del mondo dei videogame, ma per sapere se il titolo verrà accolto come merita dobbiamo aspettare fino al 24 novembre, quando sarà disponibile per Wii, PS3, Xbox360 e PSVita, purtroppo gli utenti PC questa volta rimarranno a bocca asciutta.