Speciale Natale

Metal Gear Solid HD Collection: il remastering della saga in uscita anche su PS Vita

Metal Gear Solid HD Collection: il remastering della saga in uscita anche su PS Vita
da in Hi-Tech, Videogiochi
Ultimo aggiornamento:
    Metal Gear Solid HD Collection: il remastering della saga in uscita anche su PS Vita

    Metal Gear Solid HD Collection è stato il regalo che i fan della saga hanno potuto godersi da questo due febbraio 2012, da poco superato il decennale dall’uscita del primo Metal Gear Solid, e hanno potuto gioire rigiocando con tutti i titoli rimasterizzati per essere utilizzati sugli schermi moderni con risoluzione di 720p in HD, a 60 frame per secondo; inoltre sono stati aggiunti i trofei per PlayStation 3 e gli achievement per Xbox360, e infine è stato annunciato proprio in questi giorni il lancio di Metal Gear Solid HD Collection anche su PS Vita, con le oppurtune differenze, previsto giorno 12 giugno 2012.

    Ma veniamo a noi: cosa si trova in questa Collection? Semplice: Metal Gear Solid 2: Sons of Liberty, Metal Gear Solid 3: Snake Eater e Metal Gear Solid: Peace Walker. I due primi titoli di Metal Gear, quelli prodotti per NES, si potranno trovare all’interno del terzo capitolo come bonus, mentre non sarà disponibile il “primo vero” Metal Gear Solid che fu su PlayStation 1 (e che si può trovare ancora nel Playstation Store) né il quarto titolo della serie. Le versioni incluse nel bundle saranno tutte quelle speciali e conterranno quindi alcune aggiunte sia per i contenuti sia per gli extra, anche se non tutti gli elementi delle SE originarie sono stati inseriti. Più specificamente in MGS 2 manca il minigame di skate e The Document of Metal Gear Solid 2, e in MGS 3 manca il minigame con le scimmie di Ape Escape, ma anche le funzioni online.

    Su PS Vita invece ci saranno alcune sostanziali differenze rispetto alla versione su console, e infatti il pacchetto conterrà solo Metal Gear Solid: Sons of Liberty e Metal Gear Solid: Snake Eater, coi controlli adattati per l’utilizzo del touchscreen, ovviamente il supporto dei trofei, ed il sistema transferring, che permetterà ai gamers di importare i salvataggi dei due titoli dall’edizione per PS3 a Vita e viceversa.

    Se volessimo distinguere la saga per cronologia dovremmo iniziare da Metal Gear Solid 3: Snake Eater, dato che è il capitolo in cui si giocano le vicende di Snake durante il periodo della Guerra Fredda. Lo stealth sarà la più grande risorsa – come sempre – dato che la dotazione di base è una semplice pistola caricata a tranquillanti e il nostro eroe si trova senza cibo e medikit. Armato solo della sua esperienza e capacità adattiva dovrà impedire al colonnello Volgin e al Team Cobra, capitanato dal vecchio mentore di Snake, di attivare un robot dotato di testate nucleari, lo Shagohod. Sarà possibile modificare la mimetica del nostro personaggio tramite un apposito menu per migliorare le nostre capacità di nasconderci alla vista dei nemici.

    Procedendo quindi in stretto ordine cronologico il secondo capitolo sarebbe invece Metal gear Solid: Peace Walker, con il quale ci trasferiamo addirittura in Costa Rica, per ingaggiare il combattimento contro i sandinisti e la CIA, per fermare, ovviamente, un macchinario in grado di seminare terrore, distruzione e morte.

    Oltre alle missioni ci saranno punti in cui si gestiranno le attrezzature, migliorandole e modificandole, i soldati salvati e le tute mimetiche, ognuna con le sue specifiche.

    Questo titolo, che originariamente era giocabile esclusivamente su PSP, sarà divertente per chi non lo conosce ma anche per chi l’ha già giocato per la presenza di un pad finalmente completo, di cui s’era sicuramente sentita la mancanza, e dalla modalità cooperativa per due giocatori. Probabilmente questo è il porting che dal punto di vista grafico è meno riuscito, ma è soddisfacente sotto tutti gli altri aspetti e quindi ci aspettiamo che sia superabile il piccolo difetto.

    Infine abbiamo Metal Gear Solid 2: Sons of Libery, che rappresenta l’ultimo capitolo nella sequenza cronologica. Stavolta il protagonista del gioco sarà Raiden, soldato allenatosi in realtà virtuale, che avrà il compito di liberare una piattaforma di decontaminazione newyorchese da un manipolo di terroristi senza scrupoli. Simile al primo MGS, il gameplay è piuttosto obsoleto e soffre un po’ anche nel porting, ma è un pezzo irrinunciabile per la trama e anche per ragioni, se vogliamo, affettive nei confronti della saga geniale di Hideo Kojima.

    Forse col passare degli anni la grafica e parte del gameplay potranno sembrare un po’ vetusti, a volte potranno far sorridere, ma qui si parla di un classico e di un vero e proprio capolavoro, oltre che di un bestseller videoludico con grande cura per le parti narrative e la capacità di riunire stealth, strategia, azione e anche un po’ di sana comicità a volte. Adesso che sarà disponibile oltre che sulle maggiori console anche su dispositivi portatili come PS Vita non ci sono più scuse per non giocare Metal Gear Solid!

    872

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechVideogiochi

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI