Men In Black: Alien Crisis in uscita per Activision per PS3, Xbox 360 e Wii

da , il

    Men In Black: Alien Crisis in uscita per Activision per PS3, Xbox 360 e Wii

    I fan della saga cinematografica possono da qualche giorno cimentarsi nel videogioco Men In Black: Alien Crisis, appena pubblicato da Activision nelle versioni per PS3, Xbox 360 e Wii, ispirato alle avventure degli uomini in nero che sono di recente tornati sugli schermi col terzo capitolo di una fortunata serie di film, una sorta di sequel/prequel che affronta presente e passato della serie seguendo un personaggio che ben conosciamo.

    Nel videogioco si giocherà nei panni dell’agente Peter Delacoeur, che pur avendo iniziato il proprio percorso tra i MIB in modo per così dire “stravagante”, è diventato parte integrante dell’élite dell’agenzia e si troverà a dover fronteggiare gli alieni che minacciano il nostro pianeta per la salvezza dell’umanità. Tutto questo utilizzando sia le tecniche investigative che vengono al nostro Agente D dalle esperienze lavorative precedenti sia il programma di addestramento operativo dei Men in Black.

    L’arsenale a disposizione è quello che ci siamo abituati a conoscere nei film, incluso il famosissimo e minuscolo grillo tonante, dei fucili al plasma e di tante altre armi in dotazione ai personaggi, mentre per quanto riguarda i mezzi ci sarà anche un piccolo extra: un veicolo su una sola ruota per sfrecciare all’inseguimento degli alieni ostili in fuga nel caos cittadino, con corse mozzafiato.

    Il meccanismo di gioco è quello tipico degli sparatutto arcade in terza persona, in cui i personaggi dovranno farsi strada verso la salvezza tra conflitti a fuoco e alieni ben armati, per rimandare indietro gli invasori da dove sono partiti. Inoltre saranno presenti delle guardie d’elite che sorveglieranno i nostri agenti, rendendo più complicati gli interrogatori, che andranno condotti in segreto per svelare i complotti che stanno alla base della trama del videogame.

    Gli ingredienti insomma sono quelli classici degli shooter, ma la grafica appare non all’altezza di un gioco di nuova generazione, anzi ha un gusto molto retro che lascia pensare alle console degli anni passati e a vecchi titoli, e sembra che in rete serpeggi un po’ di malcontento per questa trasposizione meno curata di quanto fosse lecito aspettarsi da un grosso produttore come Activision Blizzard.

    Resta da capire se la trama avrà la meglio sulla veste esteriore e riuscirà comunque a conquistarsi una nicchia di affezionati, con un titolo che punta a conquistare pubblico seguendo la scia del successo cinematografico, raccontando una storia diversa e parallela, seppure collegata alla classica serie Men in Black.