NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012, per nds e wii

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012, per nds e wii
da in Hi-Tech, Nintendo, Videogiochi, Wii

    Cos’hanno in comune un porcospino blu e un idraulico italiano coi baffi? Probabilmente quando baciano pungono entrambi, ma ovviamente non mi riferivo a questo: ciò che hanno in comune è un sodalizio ludico che va avanti con successo da tempo, sotto etichetta Nintendo. Non è sempre stato così, i due personaggi, Super Mario e Sonic, prima di essere riuniti sotto la grande N, erano acerrimi rivali: dove uno saltava nelle console Nintendo, l’altro correva nelle console SEGA; si spartivano lo stesso mercato ed erano le mascotte delle rispettive case. Considerata la chiusura del reparto hardware da parte di SEGA, la casa giapponese si è vista costretta a produrre titoli per la concorrenza, lo sfruttamento del marchio Sonic ovviamente era il più appetibile.

    Ma a noi piace pensare che i due eroi si siano sempre stimati e sognavano da tempo di fare qualcosa insieme; nello specifico questo “qualcosa” si è tradotto in una serie di giochi a stampo sportivo, che hanno portato i due e il resto della banda a sfidarsi in una serie di mini giochi Mario & Sonic ai Giochi Olimpici.

    Il primo Mario & Sonic ai Giochi Olimpici, complice la reunion di due personaggi così iconici ed amati, fu un enorme successo da milioni di copie vendute; il seguito affrontò il discorso delle olimpiadi invernali, variando decisamente il titolo ed introducendo discipline inedite, alcune delle quali legate alla balance board (e dove c’è balance board c’è festa), e ancora una volta SEGA fece centro. La vera sfida per SEGA arriva adesso con Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012, uscito il 18 novembre per Wii e 3DS.

    In un certo senso SEGA è costretta a ripetersi: il secondo capitolo della saga, trattando le olimpiadi invernali, ha permesso allo sviluppatore di variare tutte le discipline sportive, fornendo un seguito fresco (è proprio il caso di dirlo) e originale, ma Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 giocoforza riprende praticamente le stesse discipline del primo capitolo, ambientandole però a Londra. L’escamotage cittadino ha permesso a SEGA di studiare diverse soluzioni nel gameplay; la città è ben rappresentata, il titolo ha infatti una modalità a lei dedicata, “Sfide Londinesi“, in cui i giocatori, per poter accedere ai relativi mini giochi, dovranno correre per le vie della città alla ricerca di uno dei tanti personaggi SEGA e Nintendo, il primo giocatore che trova l’eroe riceverà un bonus.

    Una bella licenza poetica nel rappresentare le discipline olimpiche è stata adottata nella modalità Dream Events, in cui le attività sportive sono rivedute in chiave bizzarra: al posto della canoa avremo un gommone, da spingere a colpi di sedere e non di pagaia, il salto in lungo si disputerà tra i cieli, nei 100 metri a ostacoli si corre su di un enorme tapis roulant circolare, lo sprint si svolge all’interno di un flipper (con tanto di sfere a racchiudere i personaggi) ecc. Oltre alle specialità olimpiche tradizionali, le stesse del primo capitolo, ne sono state aggiunte di nuove, con lo scopo di rendere il titolo più appetibile e allontanare quella sensazione di “già visto”.

    Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Londra 2012 da il meglio di sé quando giocato in gruppo, con amici o parenti; il titolo ha buone possibilità di riconfermare il successo della serie, un successo nato grazie ad un’appetibile alleanza tra icone, certo, ma è anche merito di un gameplay indovinato, divertente e leggero che ci auguriamo possa continuare nel tempo.

    618

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechNintendoVideogiochiWii
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI