Speciale Natale

Le più belle foto di Curiosity su Marte

Le più belle foto di Curiosity su Marte
da in Hi-Tech, Robot
Ultimo aggiornamento:

    Curiosity è sbarcato su Marte nell’agosto del 2012 e da quel giorno ci ha deliziato con un grande numero di foto e scatti suggestivi del pianeta rosso fotografato come mai era successo prima. Sì perché questo automa che si muove su ruote e cingoli, non ha solo il compito di spostare il laboratorio chimico di cui è internamente dotato per raccogliere, trapanare e studiare rocce e composizioni, ma anche di immortalare il mondo alieno a noi più vicino e simile. Già, perché Marte si può davvero considerare come un cugino di secondo grado della Terra, che per di più un tempo era molto più simile a noi di quanto potremmo mai immaginare, con oceani, fiumi e laghi. E vita?

    È il grande dubbio che attanaglia gli studiosi e gli astrofisici: che su Marte ci fosse acqua e atmosfera è ormai certo, ma si è creato il mix di condizioni uniche per lo sviluppo di forme di vita seppur elementari? Più volte si è urlato alla scoperta, ma invano visto che – di volta in volta – ci si è imbattuti in mezze bufale. Curiosity non è stato il primo robottino a scendere sulla superficie marziana visto che il 3 gennaio 2004 era “ammartato” Spirit, che è rimasto in funzione fino al marzo 2010, ben oltre i tre mesi messi in conto alla partenza, con 7.7 chilometri macinati. Opportunity, il robottino gemello, è addirittura ancora attivo e il suo contachilometri segna ormai 38.7. Nel 2012 è stato il turno di Curiosity che è diventato una vera super star con tanto di canali sociali su Twitter e Facebook.

    Foto della camera Mastcam

    I rover marziani sono durati molto più di quello che avrebbero dovuto grazie a una particolarità del pianeta rosso ossia il costante vento che pulisce per bene la polvere che altrimenti tende ad accumularsi sui pannelli solari azzerando la fornitura energetica per i dispositivi. Da Terra si controlla tutto in remoto e si cerca di muovere Curiosity sfruttando pendenze e angolazioni particolari così da percorrere più strada possibile col minor consumo e orientare i pannelli al meglio, soprattutto durante l’inverno.

    373

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechRobot

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI