Il Padrino 2, trama e recensione del videogioco ispirato ai film

Il Padrino 2, trama e recensione del videogioco ispirato ai film
da in Hi-Tech, Playstation, Videogiochi, Xbox
Ultimo aggiornamento:
    Il Padrino 2, trama e recensione del videogioco ispirato ai film

    Il Padrino II è il secondo capitolo di action adventure che ricalca le vicende raccontate da Mario Puzo prima e da Francis Ford Coppola nella versione cinematografica di un acclamato capolavoro, ambientato in un’America in mano ad alcune famiglie mafiose rivali che tentano di spartirsi le faccende più o meno legali della città, ottenendo il dominio sulle attività illecite e al contempo il prestigio.

    La trama ha un punto d’avvio a Cuba, nel 1959, quando durante un vertice il Don della famiglia del personaggio principale viene assassinato: qualcuno dovrà prendere il suo posto, e questo qualcuno ovviamente è il vostro protagonista, che dovrà riorganizzare la famiglia ed espanderne le attività da New York a Miami, scegliendo con cura gli alleati e gli avversari, valutando le varie attività e i loro costi di gestione.

    Le location stavolta saranno tre, New York, Florida e Cuba, tra cui destreggiarsi prendendo voli aerei nell’aeroporto di ogni città e scegliendo la nostra destinazione. Le mappe, dato che non si tratta di un free-roaming, avranno dimensioni minori ma un dettaglio molto più ampio, con possibilità di notare punte di realismo anche nel vestiario, nella musica e nelle automobili che si troveranno nel corso del gioco.

    Novità di grande impatto è la gestione di negozi, locali, racket con le conseguenti estorsioni ai negozianti per accumulare denaro da investire nel potenziamento delle proprie attività.

    Si può scegliere anche di agire in prima persona o mandare in giro i propri scagnozzi per eseguire i compiti più efferati, come le esecuzioni, con grande spazio quindi per la strategia.

    È possibile un’ampia personalizzazione sia dell’aspetto fisico sia degli abiti, e con il denaro raccolto in modi non proprio standard si potrà poi potenziare il proprio protagonista e i membri scelti per appartenere alla famiglia, migliorandone mira, energia o altre abilità specifiche (specie per i picciotti, ognuno votato a un’attività criminosa particolare).

    La gestione dei vari business della famiglia andrà programmata con criterio, così come le alleanze e ovviamente la corruzione, tutti strumenti indispensabili per una buona riuscita del gioco, che ha anche quindi una ottima componente strategica oltre quella più spiccatamente di azione.

    Interessante poi anche la modalità online, in cui creare una famiglia con i propri amici, gestirne la gerarchia con l’elezione del Padrino, l’assegnazione degli incarichi e la spartizione del bottino per cooperare a diventare i padroni della città.

    463

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechPlaystationVideogiochiXbox
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI