Google Chromecast: doping hitech per la TV [VIDEO]

da , il

    Google Chromecast: doping hitech per la TV [VIDEO]

    L’ultima trovata di Google si chiama Chromecast ed è una speciale simil penna USB che si collega alla TV per aprire davvero un ventaglio di servizi e di contenuti altrimenti quasi impossibili da sfruttare. Stiamo parlando dei video da visualizzare in streaming dalla rete appoggiandosi a un dispositivo mobile come uno smartphone oppure un tablet. Forse starai pensando che sia un gadget inutile, ma ti invito a ricrederti perché da un lato piazza un prezzo abbastanza ridotto di 35 dollari e dall’altro si propone come “migliore amico” del salotto. Scopriamo come funziona, dopo il salto c’è anche un video dimostrativo.

    Prima di tutto occorre capire cosa diavolo sia Google Chromecast? Ebbene, è uno strumento pensato per l’ambiente domestico e più precisamente quello del salotto. Si inserisce all’interno dell’uscita HDMI e viene alimentato attraverso l’interfaccia USB. La sua funzione è quella di fare da ponte tra il dispositivo connesso sia smartphone sia tablet per poter visualizzare contenuti arricchiti presi direttamente dal web. Ma non si confonda: non fa semplicemente da specchio, dunque il cellulare o la tavoletta potranno essere lasciati in standby, saranno sfruttati però i programmi contenuti all’interno e la connessione che generano. Tutto avviene in via Wi-fi grazie al modulo integrato in Chromecast e non è nemmeno richiesto necessariamente il sistema operativo Android visto che funziona anche con iPhone o con Windows.

    Ok, ma cosa si guardare? Contenuti come film, serial e filmati pescati dal web, ad esempio sul re dei contenitori video come Youtube, ma anche Netflix e via con Google Play sia nella sua sezione Movie sia in quella Music. Al proprio interno include una versione semplificata del sistema operativo Google Chrome OS e uscirà nelle prossime settimane negli USA appunto per 35 dollari. Arriverà mai da noi? Probabile, ma non nei prossimi tempi, più facile che possa giungere in Italia verso fine anno.