BRINK, in uscita per pc e ps3 si mostra in video gameplay

BRINK, in uscita per pc e ps3 si mostra in video gameplay

    Realizzato dal team Splash Damage per Bethesda Softworks, BRINK è uno sparatutto in prima persona. E’ stato annunciato per una prima uscita nella primavera del 2010 e poi nell’inverno; ovviamente entrambe le date hanno dato buca ai gamers famelici, forse per farsi perdonare del ritardo il gioco sarà nei nostri scaffali il 13 maggio 2011, in anticipo di ben una settimana rispetto alla precedente data comunicata per il rilascio; il titolo infatti già scorrazza in America dal 10 maggio ed era atteso per il 17.

    Ci sono avventure che vanno condivise. Tendenzialmente i videogame, in particolare gli sparatutto, propongono eroi solitari, che si ergono da soli contro il fato e sempre da soli devono salvare il mondo, o risolvere la situazione spinosa di turno. Ecco, BRINK non abbraccia questa filosofia di vita videoludica, ed è convinto che più si è meglio è!

    Brink è ambientato un prossimo futuro post apocalittico, il livello dei mari è salito a tal punto che l’unica terra emersa è costituita da un’enorme megalopoli galleggiante chiamata The Ark (l’Arca). Considerato che lo spazio sulla città è limitato a poche persone – ma molte altre per ovvi motivi vorrebbero abitarci – si scatena una guerra civile tra due fazioni: la Resistenza e le Forze di Sicurezza, in lotta per il controllo della città. Ciò che è interessante precisare è che il titolo ci permetterà di giocare sia come parte della resistenza che parte della sicurezza, vivendo la vicenda da punti di vista opposti.

    Che decidiate di giocare da una parte o dall’altra non sarete mai soli. Bisogna precisare che Brink nasce sognando il multiplayer, è la dimensione ideale per sfruttarne appieno il potenziale; tutte le missioni infatti vanno affrontate in team di quattro o più persone, se si gioca offline il nostro team sarà formato da noi più i classici bot (personaggi virtuali), ma nel momento in cui la situazione inizia a scottare e la difficoltà sale i bot riveleranno tutti i loro limiti di non avere un cervello pensante a tirare i fili!

    Il punto di forza di Brink quindi è proprio il gioco di squadra; il team è composto da quattro classi: tecnico, soldato, medico e agente: ogni componente del team (sia questo appartenente alla resistenza o alla sicurezza) avrà il suo compito specifico che potrà svolgere solo lui: il soldato avrà a disposizione le armi, il tecnico attiverà le strutture difensive, il medico.. farà il medico e l’agente avrà competenze da hacker e accederà ai sistemi nemici per carpire informazioni utili.

    Oltre alla scelta del ruolo sarà possibile scegliere anche la corporatura del personaggio, questo avrà influenza su diversi fattori come la velocità di spostamento, la resistenza agli attacchi, la possibilità di poter usare un certo tipo di armi (suddivise in pesanti, medie e leggere) ecc..
    Per il buon esito delle missioni sarà importante saper ben bilanciare tutti questi fattori all’interno del proprio team.

    Brink ci coinvolgerà con il suo gioco di squadra dal 13 maggio su PC, PS3 e Xbox360

    531

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechPlaystationVideogiochiXbox
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI