Adidas Energy Boost la scarpa per il running più hitech

Adidas Energy Boost la scarpa per il running più hitech
da in Hi-Tech
    Adidas Energy Boost la scarpa per il running più hitech

    Correre al massimo della tecnologia? Possibile grazie a Adidas Energy Boost: sembrano nelle normali calzature sportive invece nascondono una speciale soluzione hitech nella suola che permette di spremere al meglio ogni newton di energia impressa. Merito del materiale granulare solido (TPU) opportunamente frantumato in tante piccole sfere che agisce come una sorta di molla. Immaginate di scendere a livello microscopico nell’interno della suola: vedreste queste capsule speciali che rivestono un ruolo dinamico efficiente: a ogni passo immagazzinano energia che poi viene rilasciata “rimbalzando” in spinta verso l’alto. Risultato? Migliore comfort e prestazioni.

    Non chiamatele semplici scarpe perché Adidas Energy Boost si propongono come una vera e propria rivoluzione del settore del running. Ormai sempre più persone si sono avvicinate alla corsa, d’altra parte è uno sport che costa poco fare (siamo in periodo di crisi, non dimentichiamolo) e garantisce ottimi risultati a qualsiasi livello, sia per chi vuole dimagrire, chi vuole tonificare, per gli agonisti, per gli arrabbiati che vogliono sfogarsi e così via.

    Per i runner più esigenti, ecco la soluzione di Adidas, ottenuta in collaborazione con l’azienda chimica BASF proprio per sfruttare il nuovo materiale nell’intersuola.

    Le centinaia di piccole capsule sferiche sono appunto come delle molle. Quando si corre, il piede viene spinto verso il basso e impatta con il terreno: le capsule di materiale granulare solido (TPU) si comprimono e fanno il pieno di energia che poi restituiscono con una forza impressa verso l’alto nel momento in cui il piede si stacca dal suolo. Il risultato è uno scambio di energia fluido, che aiuta le performance, come spiega Eric Liedtke, Head of Sport Performance Adidas: “Questa scarpa rivoluzionerà il mondo del running, migliorando le prestazioni dell’atleta, dando vita a una rivoluzione nel concetto di ammortizzazione, con un ritorno di energia mai visto“.

    È come se si desse vita alla scarpa e lo si avverte non appena la si indossa“, aggiunge Bernd Wahler, Head of innovation per Adidas. Ma le nuove Energy Boost non si limitano a questo perché possono dare il meglio a temperature molto alte o molto basse (+40 a -20), col sistema Torsion (che si estende dal tallone alle dita), aiuta a controllare la rullata ed è compatibile con la tecnologia miCoach per registrare le proprie performance grazie al sensore hitech.

    436

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-Tech
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI