Valentina Nappi, diva impegnata del cinema a luci rosse: foto

Valentina Nappi, diva impegnata del cinema a luci rosse: foto
http://static.qnm.it/www/fotogallery/645X436/44263/valentina-nappi-foto-dellattrice-a-luci-rosse.jpg

Valentina Nappi, foto dell'attrice a luci rosse

  • Valentina Nappi, foto dell'attrice a luci rosse
  • Valentina Nappi attrice per adulti (5)
  • Valentina Nappi attrice per adulti (2)
  • Valentina Nappi attrice per adulti (3)
  • Valentina Nappi attrice per adulti (4)

Ammettiamo la nostra ignoranza: non sapevamo chi fosse Valentina Nappi, una delle giovani dive del cinema a luci rosse nostrano. Eppure a 21 anni questa bella ragazza può già vantare un’esperienza sul set con il maestro di vita Rocco Siffredi. Non è comunque per il suo curriculum che Valentina sta facendo discutere in questi giorni.

Piuttosto si tratta di un’intervista rilasciata ad Agoravox, in cui difende a spada tratta la scelta di questa strada così inusuale, esprimendo al tempo stesso il dispiacere per la scarsa considerazione di cui il genere gode negli ambienti artistici ufficiali. Fiera del suo lavoro e della dignità culturale del genere hard, Valentina Nappi è di certo riuscita a far parlare di sé.

I più smaliziati potrebbero pensare che si tratti semplicemente di un modo per farsi pubblicità e magari ottenere qualche comparsata in televisione, però se si riflette bene le argomentazioni di Valentina non sono sbagliate, e da un certo punto di vista è più onesta lei che (per dirne una a caso) Melissa P.

  • Valentina Nappi, foto dell'attrice a luci rosse
  • Valentina Nappi attrice per adulti (5)
  • Valentina Nappi attrice per adulti (2)
  • Valentina Nappi attrice per adulti (3)
  • Valentina Nappi attrice per adulti (4)

Non certo un mestiere facile e remunerativo quello dell’attrice di film per adulti. Immaginiamo già la difficoltà nello spiegare agli altri il proprio curriculum. Tutto questo è dovuto, secondo lei, ad un motivo preciso: “Nel significato usuale del termine, quello che si trova ancora oggi sui vocabolari, nel cinema hard gioca un ruolo fondamentale il concetto di oscenità. Io credo invece che il cinema a luci rosse non sia più osceno, e non lo sia da molto tempo”.

Di cosa ha bisogno quindi il genere per uscire dal limbo del proibito? “Serve che l’hard acquisisca dignità culturale e sia collocato accanto alle pratiche umane colte legate alla funzionalità, quali ad esempio il design e l’architettura, questo sì che sarebbe oltraggioso, per i benpensanti! Non sto dicendo che debba essere considerata arte, ma semplicemente che, al pari di tutto ciò che ha una funzionalità possa essere progettato e realizzato più o meno bene, con maggiore o minore cultura. Hard quindi significa per me soprattutto dedizione assoluta, e con pochi fronzoli, alla funzionalità”.

Bellezza e cervello, un binomio che non si trova spesso in un mondo dello spettacolo dove l’apparenza vince su tutto il resto. In questo senso Valentina Nappi somiglia molto alla diva del cinema a luci rosse americana Sasha Grey (cui peraltro somiglia non poco anche fisicamente), altro personaggio importante per sdoganare questo genere nella considerazione generale. Voi cosa ne pensate: ha ragione Valentina o no?

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

417

Pubblicato da Mario Bello il 23/12/2011 in: Donne

Leggi di più : Valentina Nappi

COMMENTI ()
Sondaggio della settimana

Il miglior posto per cuccare?

Vota
Loading ... Loading ...

© 2008-2014 QNM, tutti i diritti riservati - Trilud S.p.A. - P.iva: 13300290155. Privacy

|Redazione

| Contattaci

| Pubblicità su QNM

| Google+

rss

QNM, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08