Show di Eva Henger fa slittare assemblea dei sindaci

da , il

    Show di Eva Henger fa slittare assemblea dei sindaci

    Quando sul palco sale Eva Henger, tutto il resto si ferma, anche la politica e i tribunali. Questo il succo della surreale vicenda accaduta a Sulmona e riportata dal quotidiano abruzzese Il Centro. In pratica il 23 dicembre 2011 era previsto un incontro tra i sindaci delle 36 amministrazioni comunali presso il Palasport, unico spazio adeguato ad accoglierli. Peccato però che il palazzetto fosse già occupato per lo spettacolo della nota attrice a luci rosse.

    Bisogna interrogarsi seriamente su quale dei due eventi sia il più importante. Molti uomini sarebbero pronti ad indicare lo show della bella ungherese classe 1972, ma per gli amministratori l’assemblea rappresentava un incontro fondamentale perché dovevano discutere del salvataggio del tribunale dell’area, che rischia la chiusura.

    Ovviamente la questione non poteva passare sotto silenzio, perché aldilà del bene che vogliamo a Eva Henger appare decisamente surreale che un incontro politico con risvolti così importanti per la cittadinanza debba piegarsi al calendario degli spettacoli per adulti. Eppure è quanto è successo alla fine.

    Per evitare un contenzioso con gli organizzatori della imperdibile performance, il Comune ha infatti deciso di posticipare l’importante assemblea che deciderà le sorti del tribunale: dal fatidico 23 dicembre è stata spostata al 27 dicembre 2011. I malumori però non sono mancati, tanto che secondo quanto riportato da Il Centro il sindaco di Sulmona “sembrerebbe intenzionato a non concedere l’uso del palasport agli organizzatori dello spettacolo della Henger”.

    GUARDA TUTTE LE FOTO DI EVA HENGER

    In origine infatti il palazzetto era stato concesso perché era prevista l’esibizione di Gabriel Garko e di Raoul Bova, i quali sono stati in seguito sostituiti dagli organizzatori con Eva Henger e Davide Clivio, uno dei dimenticabili protagonisti del Grande Fratello 2010. Il sindaco potrebbe appigliarsi ad un cavillo del contratto per impedire lo show: pare infatti che nell’accordo sia scritto che se ci fosse stata un’indisposizione dei due attori, sarebbero arrivati altri artisti di uguale notorietà.

    Si sta forse sottintendendo che Eva Henger non merita la medesima fama di Garko e Bova? Chiedere al popolo maschile per ottenere sincera risposta.

    Foto AP/LaPresse